Sette italiani su 10 per hotel eco-friendly

Cresce tra gli italiani la consapevolezza ecologica e l’attenzione verso un turismo sostenibile per l’ambiente. E’ questo, in sintesi, il dato che emerge da un rapporto della fondazione UniVerde, basato su un campione di mille persone intervistate dalla Ipr in tutta Italia e presentato oggi al salone Bit a Fieramilano.

Per il 48% – si rileva fra l’altro – il turismo può essere dannoso per l’ambiente, un dato che nell’analoga rilevazione dell’anno scorso era stato di tre punti percentuali inferiore.

Tra i fattori che rendono il turismo un pericolo per la natura la maggior parte (il 75%) puntano il dito contro le costruzioni selvagge e la speculazione edilizia, una percezione cresciuta di 12 punti percentuali.

 

 

Ancora, se per il 42% del campione il vincolo della sostenibilità è una necessità, per il 78% l’ attenzione all’ambiente genera la crescita per l’economia turistica di un territorio. E mentre il 70% degli italiani, a parità di prezzo, preferisce un albergo costruito con criteri ecologici o che offre servizi eco-friendly, il 55% è disposto addirittura a pagare qualcosa in più per la propria vacanza, in cambio di qualche garanzia per l’ambiente.

“I dati – afferma l’ex ministro dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della fondazione UniVerde – confermano come il futuro per l’Italia è un turismo che sia sempre più ecologico”. Ora, prosegue, “bisogna educare gli imprenditori a fare interventi di efficienza e il sistema istituzionale deve investire in questo settore. Anche il governo dei tecnici spero si renda conto che tutte le analisi tecniche, appunto, vanno in questa direzione. Sarebbe miope non capirlo”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie