Riciclo cellulari:riparmi possibili per 2 mld euro

Solo una percentuale inferiore all’1% dei cellulari che non vengono piu’ usati viene riciclato, una pratica quest’ultima che porterebbe a miliardi di euro di risparmi oltre che a grandi benefici per l’ambiente se fosse pienamente implementata. E’ quanto afferma il Device Renewal Forum, una associazione di industrie appena fondata con lo scopo di sensibilizzare industria e utenti su questo tema.

Se le parti piu’ preziose del telefonino, come la videocamera, il display e la batteria, venissero riutilizzati nella produzione di esemplari nuovi, hanno spiegato gli esperti alla presentazione dell’associazione, il costo del dispositivo risultante sarebbe inferiore del 50%. Con un tasso di riciclo del 95% solo in Europa, dove ogni anno finiscono nella pattumiera 160 milioni di telefonini, il risparmio sarebbe di ben 1,5 miliardi di euro sui materiali e 120 milioni di euro in energia. La colpa del mancato riciclo non e’ solo delle aziende: ”Poche persone riportano indietro il cellulare, a meno che non sia rotto – ha spiegato Bertrand Villie, dirigente di Sony Mobile France – abbiamo provato con degli incentivi, ma con poco successo”.

Uno degli obiettivi dell’associazione e’ stabilire delle linee guida per il ripristino dei cellulari per poi poterli riutilizzare in paesi in via di sviluppo: ”Il miglior riciclo e’ il riutilizzo – spiega David Edmondson, chief executive di eRecyclingCorps, uno dei fondatori – dispositivi che normalmente sarebbero fuori della portata di molte persone possono avere una seconda possibilita’ nei mercati emergenti”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie