il Dispositivo che Incoraggia il Risparmio d’Acqua Sotto la Doccia

E’ in arrivo sul mercato un “nuovo” articolo, semplice ed economico, che potrebbe dare al consumatore ben più di una mano nell’evitare lo spreco d’acqua in casa e dunque risparmiare quanto più possibile sulla bolletta. Ormai tutti i consumatori hanno ben presente tutte le più semplici regole per risparmiare l’acqua in casa: preferire la doccia al bagno in vasca, chiudere il rubinetto anche solo per il tempo sciacquare i denti o rasarsi, controllare che non vi siano perdite ed altro ancora.

Tuttavia gli sperperi di acqua rimangono consistenti, probabilmente perchè a molte persone manca ancora lo stimolo ed economizzare con attenzione ogni consumo quotidiano. E’ proprio questa la logica di base di Waterpebble, un prodotto che mira, appunto, a segnalare tempestivamente al consumatore il momento in si sta consumando acqua in eccesso.

Questa innovazione funziona in maniera molto semplice: l’oggettino va posato sul fondo della doccia mentre la si usa (non c’è rischio alcuno che l’acqua lo danneggi), e con delle semplici segnalazioni luminose indica se si sta utilizzando l’acqua in maniera efficiente o se si sta eccedendo nell’erogazione. Precisamente, Waterpebble emanerà una luce LED di colore verde laddove il consumo sia economicogiallo laddove ci si stia avvicinando alla soglia dello spreco, e rosso quando si sta ormai esagerando, dunque si sta consumando dell’acqua in maniera inutile.

Inoltre, questo articolo è dotato di una memoria interna che gli consente appunto di “ricordare” la quantità di acqua  consumata nella doccia precedente. In più, per non farsi mancare nulla, waterpebble è stato concepito per essere completamente riciclabile. Nell’attesa di scoprire se questo “segnalatore”,o dispositivi affini, si diffonderanno , ne consigliamo l’acquisto www.ildelfinosrl.it : ad un costo, che si aggira intorno alle 5 sterline circa, ovvero poco più di 6 euro.

L’idea di adottare anche in casa propria un sistema di chiusura automatica dell’acqua allo scadere del tempo limite, oggi largamente usata in esercizi pubblici come palestre, stabilimenti balneari ed altro ancora, alletta ben poco il consumatore; proprio per tale ragione una soluzione più “soft” come il nuovo Waterpebble può rivelarsi un buon incentivo ad economizzare quotidianamente  sull’acqua, con un piacevole riscontro sulla bolletta mensile. E’ evidente che sarebbe sufficiente un pò di buon senso per evitare ogni spreco, senza dover ricorrere ad “aiuti” di alcun genere, tuttavia se si considera il costo veramente esiguo del Waterpebble ed il fatto che, come detto, spesso il consumatore ha bisogno di uno stimolo esterno ad economizzare, questo nuovo articolo può essere una buona soluzione per risparmiare sui consumi d’acqua.
per ulteriori informazioni :www.ildelfinosrl.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie