Domenica al lavoro? No grazie

Il “popolo” di facebook si coalizza contro la liberalizzazione degli orari cui ha fatto seguito l’apertura domenicale dei negozi, soprattutto le grandi catene di distribuzione.

I social network sono sempre di più terreno di mobilitazione e aggregazione, mezzo e modus di un popolo cui, spesso, viene negata anche la piazza per manifestare il proprio dissenso. Eccola la gente che su facebook ha detto no ai negozi aperti la domenica, perchè la gente che nei negozi e nei centri commerciali viene chiamata a lavorare ha famiglia e con quella famiglia ha il diritto a trascorrere almeno la domenica.

“Noi siamo quelli che la domenica ci piace possibilmente NON ESSERE OBBLIGATI AD ANDARE A LAVORARE – dice il movimento creato su facebook – Questa pagina è stata aperta da un gruppo di lavoratori del commercio con l’intento di manifestare il proprio dissenso contro le aperture domenicali indiscriminate: servono solo a favorire un mero consumismo che non ha nessun tipo di beneficio sull’attuale crisi economica e obbliga migliaia di dipendenti a inutili sacrifici. Questo gruppo è stato creato per tutti i dipendenti del commercio che come noi sono contrari a passare la domenica a lavorare in un centro commerciale/supermercato/negozio. Chiediamo a chiunque voglia intervenire di non tentare di politicizzare né di sindacalizzare questo gruppo. Siamo semplici lavoratori ognuno con la propria idea politica, ognuno con il proprio pensiero ma con un obiettivo comune: NON ANDARE A LAVORARE LA DOMENICA!!!! Quindi per favore non immettete INUTILI simboli di partiti, le destre e le sinistre è bene che stiano nei loro palazzi, qui non attecchiscono. Condividete il più possibile, fate girare tra i vostri contatti e date informazioni. Insomma tenete vivo questo gruppo, facciamo sentire a più gente possibile quanto siamo incazzati”.

Condividi questo articolo: 
 

Altre Notizie