Groupalia e il terremoto

Poco dopo la forte scossa di terremoto di stamane, l’account Twitter di Groupalia Italia ha fatto la cosa peggiore possibile, questa:

Groupalia terremoto

In seguito, dopo diverse proteste, Groupalia ha rimosso il tweet e si è scusata così:

groupalia_terremoto_scuse

La tecnica di sfruttare hashtag relativi a disgrazie per cercare di infilarsi nelle trendlist e vendere un prodotto o promuovere un’offerta, ahinoi, non è nuova. Ma stupisce che ci sia ancora qualcuno capace di una simile idiozia: qui non si tratta di marketing, si tratta di dolore. E di autentico sciacallaggio.

[29/05/2012]

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie