I rinoceronti rischiano l’estinzione: continua il boom di richieste di corni

La crescente domanda di corni di rinoceronte per la medicina tradizionale asiatica rischia di annullare decenni di sforzi ambientalisti per diminuire il ricorso al prezioso e raro materiale. La denuncia arriva dal Southern Africa Rhino Management Group che ha lanciato l’allarme: se la caccia ai rinoceronti continua a questi ritmi, il numero dei morti superera’ le nascite, intrappolando la popolazione animale in una spirale discendente.

L’epicentro delle attivita’ illegali di bracconaggio e’ il Sud Africa: nel 2007 sono stati uccisi 13 rinoceronti. Numero che lo scorso anno e’ salito a 448, mentre dall’inizio del 2012 il conto delle vittime e’ gia’ a 200.

Una strage in crescita in paesi come Kenya e Zimbabwe, secondo quanto riportato dal Telegraph. Grazie agli sforzi degli ambientalisti e alle numerose campagne per salvare il rinoceronte, la popolazione era cresciuta. In Africa si contano attualmente oltre 20mila rinoceronti bianchi e 4.800 neri. Ma i successi delle politiche “green” sono adesso minacciati dalla imponente richiesta di corni dall’Asia per il tradizionale rimedio naturale venduto sul mercato nero. A prezzi da capogiro: un chilo dell’introvabile materiale puo’ arrivare a costare 50mila euro.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie