Il Pappagallo Principessa è stata osservata in una riserva australiana

Una specie molto rara di pappagallo, è stata osservata

in una riserva australiana

La principessa si è fatta vedere molto raramente negli ultimi cento anni, così poche volte che le si può contare sulle dita di una mano.

Qualche settimana fa, però, è tornata allo scoperto, mostrando agli occhi attoniti degli osservatori il suo vestito di piume colorate.

Il Pappagallo Principessa, o Pappagallo Alessandra, è una tra le specie più rare in tutta l’Australia. Il suo nome deriva da quello della Principessa Alexandra di Danimarca, che nel 1901 divenne Regina d’Inghilterra e quindi del Commonwealth.

Gli esperti ritengono che questo uccello abiti ormai solamente tre aree: la zona di Ernabella, nel sud dell’Australia, i costali occidentali di Alice Springs e i deserti dell’ovest. Proprio qui, circa 500 chilometri a nord di Alice Springs, sarebbe stato avvistato l’esemplare che ha fatto accorrere orde di ornitologi.

Toni Marsh e Peter Struik dormivano in tenda nella riserva di Newhaven quando i proprietari dell’area hanno osservato il pappagallo per la prima volta. «Ci siamo trovati nel posto giusto al momento giusto» hanno raccontato agli inviati dell’Abc «avevamo intenzione di rimanere una sola settimana, ma i gestori della riserva ci hanno chiesto di rimanere ad aiutarli nel caso fossero arrivati molti visitatori per osservare la principessa»

Così i due, appassionati di avifauna e volontari per l’Associazione Australiana per la Conservazione delle Specie Selvatiche, si sono fermati ed hanno potuto osservare il rarissimo animale in numerose occasioni. Secondo quanto raccontato da Toni Marsh, infatti, i pappagalli sarebbero stati avvistati ogni mattina in una località segreta di Newhaven nelle ultime due settimane.

Nonostante non si conosca la ragione per cui la specie abbia scelto quella località, tra i 4 e i 50 esemplari sembrano aver deciso di tornare oquotidianamente proprio all’interno della riserva.

«Non sappiamo nemmeno che cosa mangino, se abbiano bisogno di acqua o se abbiano altre necessità particolari. Vivono in zone talmente remote che è quasi impossibile seguirli. Inoltre volano molto velocemente, quasi quanto le specie più piccole di pappagallo, cosa che stupisce molto dato che misurano fino a 40cm» hanno raccontato Marsh e Struik, che hanno anche osservato che le principesse riescono a percorrere fino a 100km al giorno.

Nonostante siano ormai settimane che ogni mattina gli ornitologi riescono a osservare l’animale, Marsh ha ammesso che è ancora emozionante: «Tutte le mattine mi sveglio volenterosa, ma anche un pò nervosa perchè so che prima o poi mi sveglierò e non ci sarà più nessuna principessa.»

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie