Vivisezione:le prossime settimane saranno decisive

Questa settimana la Commissione politiche UE del Senato non sarà convocata.

Slitta così ulteriormente il voto per il famoso articolo 14, che potrà segnare la sorte dei milioni di animali destinati ai laboratori.

Espedienti che cercano di far passare più tempo possibile in modo da diminuire l’attenzione dell’opinione pubblica e dei media verso la vivisezione e la sorte di questo fondamentale articolo. Mai come in questo momento la sperimentazione animale ha i fari puntati addosso e stabilimenti lager come Green Hill sono osteggiati dagli italiani che li considerano una vergogna per il nostro Paese.

Noi non cascheremo in questo debole tranello e cercheremo di ricordare a tutta l’Italia che le prossime settimane saranno decisive: non possiamo perdere quest’unica occasione di vedere una legge che limiti l’indicibile sofferenza che subiscono tutti gli animali da sperimentazione.

Nonostante sull’art.14 si siano già espressi favorevolmente il Presidente del Senato Renato Schifani, il Ministro delle Politiche Comunitarie Enzo Moavero e il Sottosegretario alla Salute Adelfio Elio Cardinale, sia alla Camera per la prima approvazione che ora al Senato, i tentativi per diffamarlo e ottenere un voto contrario sono numerosi e ben pilotati, ma l’Italia è stanca di questi giochetti e vuole un Paese libero da un’ inutile, e inaccettabile, vivisezione.

*Michela Kuan, biologa, responsabile LAV Settore Vivisezione

Fai sentire la tua voce: FIRMA ANCHE TU L’APPELLO

Leggi l’Appello rivolto dalle Associazioni (Enpa, LAV, Lega del Cane, Leidaa e Oipa) ai Senatori della XIX Commissione politiche UE

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie