Il giro del mondo sulla bici di bambu

Un giro del mondo collettivo a bordo di una bicicletta speciale, con il telaio fatto di bambu’. L’idea e’ di due studenti tedeschi, Matthias Kalla e Sabine Metzger, che due mesi fa hanno lanciato il progetto attraverso il sito www.globalbiketrotting.org per dare visibilita’ al progetto “Viva con Agua”, dedicato alla risorsa idrica. Il progetto ha ricevuto una sovvenzione dalla Think Big Initiative, che promuove progetti organizzati dai giovani, e il sostegno del sindaco ci Wurzburg (dove i due ragazzi condividono l’appartamento) Georg Rosenthal, mentre un negozio di biciclette della citta’ ha fornito ruote, sella, manubrio e altri accessori extra.

“Il nosto obiettivo – dice il primo cittadino – e’ di attirare l’attenzione, in modo divertente, su quanto preziosa sia l’acqua e sensibilizzare l’opinioine pubblica sulla gestione responsabile delle risorse”. L’idea del progetto e’ semplice e si basa sul concetto di staffetta: chiunque voglia cimentarsi nella guida della bici di bambu’ non deve far altro che registrarsi online sul sito del progetto e indicare il percorso che si e’ disponibili a fare. Piu’ persone prendono parte all’iniziativa, piu’ la pianificazione del viaggio potra’ essere facile e flessibile.

Al progetto si sono gia’ iscritti ciclisti americani, africani e australiani, ed e’ stato gia’ pianificato completamente il percorso in India. “Ora siamo in cerca di persone in piu’ disposte a guidare la bici in Germania”, dicono i due, anche se sono sicuri di non corerre il rischio di rimanere a corto di ciclisti, anzi. La bici pesa appena 17 kg, monta cerchi da 26 pollici ed e’ molto resistente. “Solo il fuoco o un carro armato possono distruggerla”, dincono gli studenti. La bici e’ dotata di un lucchetto a combinazione il cui codice e’ noto solo ai piloti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie