il pesce luna che fa impazzire il web

L’incredibile capacità di Internet di rendere virale un post ha prodotto una nuova chicca: una bellissima immagine di un Mola mola, o pesce luna, che si lascia cullare dalle onde appena sotto la superficie dell’oceano in compagnia di un sub. L’immagine, scattata dal fotografo Daniel Botelho nel 2010, furoreggia su Facebook.

In realtà questo pesce merita forse un po’ più di attenzione rispetto a quella suscitata da un’immagine, per quanto riuscita. Per questo ci siamo rivolti al Dr. Tierney Thys, che oltre ad essere un esploratore National Geographic, è fondatore e direttore dell’Ocean Sunfish Tagging and Research Program, un progetto di ricerca dedicato a questo curioso animale.

NG: Cominciamo dalle basi: cos’è un pesce luna?

TT: È il più pesante pesce osseo del mondo [gli squali sono pesci cartilaginei, ndr]. Appartiene all’ordine dei tetraodontiformi, come il pesce palla ad esempio, ma è uno degli animali marini che, evolutivamente parlando, possiede più caratteri derivati. Il suo cranio ad esempio ha un aspetto più simile al nostro, e ha un minor numero di vertebre; in realtà, la sua colonna vertebrale è più corta del suo cervello.

Inoltre, è uno dei vertebrati più fecondi del mondo: una femmina può arrivare ad avere 300 milioni di uova.

Sono a rischio di estinzione?

Non lo sappiamo perché non sono pesci interessanti da un punto di vista commerciale. Una volta adulti poi non stanno più in banchi, come fanno da giovani, ma diventano animali solitari. Quindi non abbiamo sufficienti informazioni sullo stato della loro popolazione.

Stiamo cercando di marcarli in modo da poterli tenere sotto controllo. Sono molto vulnerabili alle reti dei pescatori: ne vengono catturati accidentalmente molti perché trascorrono gran parte del loro tempo a perlo d’acqua. I dati finora raccolti sembrano indicare che esiste una correlazione tra questi due fattori.

Dove vivono?

È un’altra cosa su cui stiamo lavorando, cercare di quantificare e localizzare la popolazione globale. Hanno un areale molto vasto: vivono in tutti i mari tropicali e temperati, dal Circolo Polare Artico fin giù a Cape Town in Sudafrica.

I pesci luna sembrano più piatti e compatti rispetto ad altri pesci, perché?

L’unico modo per comprendere il Mola mola è studiarne l’evoluzione. La loro morfologia si è evoluta fino a farli sembrare più una sorta di carro armato dal corpo rigido anziché conferire loro un aspetto idrodinamico come quello di altri pesci. Sembrano i fratelli in sovrappeso dei pesci palla. Per muoversi si spingono con le pinne anziché facendo ondeggiare i corpo.

I pesci luna posso superare i 3 metri di lunghezza. Sono aggressivi?

Non sono pericolosi per le persone. Mordono se vengono molestati, ma altrimenti hanno una natura molto tranquilla, molto passiva. Sembrano pigri, ma in realtà si danno molto da fare: s’immergono in profondità e tornano su anche 40 volte al giorno. Ne abbiamo osservato uno al largo delle isole Galapagos che è sceso fino a 1.100 metri di profondità.

Quindi non mangiano le persone?

In realtà sono i più grossi mangiatori al mondo di meduse. E la gente adora i pesci luna, è il pesce preferito da tantissime persone. Hanno ispirato poesie, storie popolari; e si possono anche adottare.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie