Canada, pronti per la strage di foche

Deciso un piano di abbattimento di 70 mila esemplari grigi: troppo ghiotte di merluzzo e altre tipologie di pesci la cui sopravvivenza sarebbe a rischio
Sono troppe e mangiano troppo. Questa in sintesi la ragione che ha portato all’approvazione di un piano di abbattimento di settantamila foche grigie nel Golfo meridionale di San Lorenzo in Canada nel tentativo di preservare le specie demersali. La Commissione permanente del Senato per la pesca e gli oceani ha chiesto la «rimozione mirata» delle foche grigie, il cui forte appetito per il merluzzo bianco sta impedendo la ripresa della pesca del popolare pesce, riporta il sito Phys.org. Le foche, secondo i senatori canadesi, sono colpevoli della diminuzione della popolazione di merluzzi disponibile per il commercio ittico.

«Dopo aver ascoltato il parere di più di quaranta esperti che ci hanno offerto diversi punti di vista sulla gestione dell’emergenza, la commissione si è convinta che la predazione intensa delle foche impedisce la ricostituzione degli stock delle specie demersali nell’area del golfo di Saint Lawrence» ha detto il senatore Fabian Manning, presidente del gruppo. «Per consentire una sana pesca di merluzzo bianco e il prosperamento della comunità di pesci è necessario ridurre il numero di foche presenti nella zona, anche se sono necessarie ulteriori ricerche per determinare la percentuale di merluzzo bianco inclusa nella dieta degli animali». Secondo i dati del governo, la popolazione totale di foche grigie nella parte orientale del Canada è aumentata da circa 13 mila animali nel 1960 ad un numero che oscilla tra i 330 mila e 410 mila solo nel 2010. Nel golfo di San Lorenzo la popolazione ha raggiunto il record di 104 mila animali durante lo stesso periodo.

fonte:lastampa.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie