Matrec, la banca dati dei materiali sostenibili per il design

Plastica, carta, gomma, legno, cotone, cocco, kenaf e molte altre tipologie di materiali riciclati o naturali costituiranno la specificità di interesse e ricerca del nuovo centro. Matrec è un’enorme banca dati online di materiali per il design, l’edilizia e la moda, tutti rigorosamente eco. Da dieci anni è un punto di riferimento in Italia per l’eco-design, gli studi sulla sostenibilità e lo sviluppo del settore.

Fino a oggi, toccare con mano i materiali era possibile solo nelle fiere e, a Roma, nello studio dell’architetto Marco Capellini, fondatore e amministratore del progetto, ma dal 24 ottobre anche nella nuova sede del corso di laurea in Disegno industriale dell’Università di Firenze, a Calenzano. Questa esperienza nasce in collaborazione col Centro sperimentale del mobile, capofila di Cento, il Polo regionale di innovazione per gli interni e promotori del progetto Green Home che ha visto il coinvolgimento di numerose aziende toscane.

Il centro Matrec toscano si inserisce inoltre nelle attività di Ecomovel, un progetto Med europeo finalizzato a mettere in rete e testare strumenti delle pmi del settore dell’arredo. «Il nostro obiettivo è creare un’importante sinergia tra studenti e imprese – dice Capellini -. Dallo scorso settembre Matrec è diventata piattaforma internazionale con l’obiettivo di essere il punto di riferimento della progettazione eco-sostenibile. Siamo in procinto di aprire un centro materiali anche a San Paolo del Brasile, dove siamo operativi da tre anni». Dal Brasile arrivano infatti i progetti di materiali alternativi più interessanti, dal cocco alla fibra di juta, in un mercato che in questo momento ha capacità di investimenti e punta a trainare il settore a livello mondiale.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie