Un palazzo con le bottiglie di birra

Un palazzo realizzato tramite il riciclo di 500.000 bottiglie di birra. Accade a Las Vegas dove l’imprenditore Scott McCombs ha progettato e costruito il Morrow Royal Pavilion, l’edificio più grande del mondo realizzato interamente con bottiglie riciclate, recuperate dagli hotel e dalle strutture alberghiere della zona.

LEGGI ANCHE: Riciclare fino a costruire un’intera casa

A un primo impatto viene subito da pensare che le mura di questo curioso palazzo siano fatte di bottiglie sovrapposte le une alle altre. In realtà non è proprio così. Osservando bene l’esterno dell’edificio sembra non esserci alcuna traccia di bottiglie nelle pareti. Questo perché per la lavorazione sono stati adoperati blocchi di “GreenStone”. Si tratta di un materiale innovativo che si ottiene mescolando il vetro frantumato finemente con un cemento particolare proveniente dalla cenere generata dal carbone delle centrali termoelettriche. Il risultato è, quindi, un prodotto da costruzione che è praticamente il 100% di materiali riutilizzati.

LEGGI ANCHE: Le mille vite di una bottiglia di vetro

Il processo di realizzazione del GreenStone ha, inoltre, un tasso molto basso di emissioni di anidride carbonica e altri inquinanti e richiede un consumo inferiore di acqua rispetto all’utilizzo dei normali mattoni rossi e del comune cemento.

LEGGI ANCHE: Il vetro, una risorsa a prova di crisi

L’arte del riciclo trova, quindi, sempre più spazio nell’edilizia. Grazie al Morrow Royal Pavilion non solo non sono finite in discarica migliaia di bottiglie di vetro ma ciò che è interessante è che, questo progetto in GreenStone, apre la strada alla possibilità di sostituire con questo materiale da costruzione il calcestruzzo e soprattutto la sua massiccia impronta di carbonio.

fonte:www.nonsprecare.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie