In Italia un milione di minori di origine straniera, al via campagna Unicef

Quasi un milione di minorenni di origine straniera vive in Italia e più di 500 mila sono nati nel nostro paese. A fronte di questi dati, l’Unicef lancia la campagna “Io come Tu- Tutti uguali davanti alla vita, tutti uguali di fronte alle leggi”, presentata questa mattina a Roma. Obiettivo: richiamare l’attenzione sull’uguaglianza dei diritti di tutti i minorenni e la non discriminazione dei bambini e degli adolescenti di origine straniera che vivono in Italia.

La campagna – realizzata in vista del 23esimo anniversario dell’approvazione della Convenzione Onu sui diritti dell’Infanzia e della Giornata nazionale dell’Infanzia e l’adolescenza, il prossimo 20 novembre – vedrà protagonisti, in tutta Italia, i volontari dei Comitati locali Unicef che organizzeranno oltre 100 eventi pubblici. Non solo: attraverso il Programma ‘Città Amiche’ l’Unicef Italia ha proposto alle amministrazioni comunali di compiere gesti che indirizzino la società civile verso una reale cultura dell’inclusione, come quello della concessione della cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera nati e/o residenti nel Comune.

All’incontro di oggi l’Unicef ha presentato il Rapporto ”Facce d’Italia, condizione e prospettive dei minorenni di origine straniera” che illustra gli ambiti di intervento che possono fare la differenza per la vita dei bambini e degli adolescenti di origine straniera che vivono in Italia proponendo azioni concrete. Alla presentazione hanno partecipato, tra gli altri, il ministro per la Cooperazione e Integrazione Andrea Riccardi e il presidente di Unicef Italia Giacomo Guerrera.

L’adesione dei Comuni a concedere la cittadinanza onoraria ai piccoli ‘stranieri-italiani’ “è stata straordinaria”, riferisce il presidente Unicef Italia, spiegando che “ad oggi, sono 61 i Comuni che hanno già conferito in questi giorni, o lo faranno proprio il 20 novembre, la cittadinanza onoraria ai minorenni che vivono nei loro territori. Altre 106 amministrazioni comunali hanno assicurato che faranno delibere a hoc nelle prossime settimane”.

“Un segnale forte – ha continuato Guerrera – che il nostro Presidente della Repubblica Napolitano apprezzerà e che speriamo sia di stimolo perché si arrivi finalmente ad una revisione dell’attuale legge sulla cittadinanza con un testo unificato e bipartisan, rispondente agli standard condivisi a livello internazionale in materia di diritti umani fondamentali.

Testimonial della campagna ”Io come Tu” è Kledi Kadiu, uno dei protagonisti del film di Daniele Vicari ”La nave dolce”, uscito in questi giorni, che l’Unicef Italia ha patrocinato. Vista con gli occhi di chi ha vissuto e vive il dramma dell’esodo in mare, delle interminabili notti senza cibo e acqua, della vulnerabilità dei più piccoli e della tenacia di chi resiste, la storia che racconta Vicari insegna a non smettere di interrogarsi, di cercare risposte, di condividere prospettive.

 

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie