Corrieri in bicicletta: un sogno o una realtà?

Il trasporto su gomme è una delle fonti di inquinamento più difficili da abbattere perché, in molti casi, non si può fare davvero a meno di questo mezzo per spostare grandi volumi e quantità di merci, come quelle che ogni giorno transitano sulle nostre autostrade per raggiungere negozi e rivenditori in Italia e all’estero.

Il fenomeno dei ciclo-corrieri.

C’è, però, una piccola parte di questo trasporto su gomma che potrebbe essere sostituito dai cosiddetti bike messenger, cioè i corrieri in bicicletta. In molte città del mondo che hanno fatto della cultura della bicicletta un vero e proprio stile di vita, come Copenaghen e Amsterdam, quella delle consegne a domicilio fatte usando la bici è una realtà già da diversi decenni.

In Italia siamo più indietro rispetto ai Paesi del Nord Europa, ma qualcosa si sta muovendo tanto che alcune città hanno già avviato diversi progetti per sostituire le consegne in auto o motorino con quelle fatte sfruttando la due ruote.

I vantaggi delle consegne fatte con la bicicletta.

Da Roma a Torino, da Bologna a Catania, la moda dei ciclo-corrieri si sta diffondendo a macchia d’olio e speriamo che il fenomeno continui ad ampliarsi fino a diventare una solida realtà.

I vantaggi dei bike messenger in sostituzione ai corrieri tradizionali sono davvero numerosi. Quali?

Innanzitutto, come ben sappiamo, la bicicletta (a differenza delle automobili e dei motorini) non inquina ed è al 100 per cento ecologica: niente carburante, niente emissioni, niente inquinamento. La prima ragione che dovrebbe spingerci ad adottare la due ruote come mezzo per trasportare in giro per la città merci non troppo pesanti o voluminose è, quindi, il bassissimo impatto ambientale della bici.

La seconda ragione è di tipo economico. Usando la bicicletta le consegne costano di meno, perché non ci sono costi nascosti come il carburante, il bollo, l’assicurazione e le spese di manutenzione dell’auto o del motorino. Le tariffe dei corrieri in bicicletta diventano quindi super-competitive: una consegna in motorino costa 12 Euro, una in auto dai 7 agli 8 Euro mentre una sulla due ruote appena 5 Euro.

E che dire del risparmio di tempo che le biciclette garantiscono sulle tratte brevi in città? Difatti la bici, a differenza di quanto comunemente si creda, fa risparmiare tempo prezioso, perché i ciclo-corrieri possono evitare il traffico, non devono cercare parcheggio e possono attraversare sia le zone a traffico limitato che le aree pedonali (ove permesso). Se la città è fornita di pista ciclabile, poi, la consegna è ancora più rapida e sicura!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie