Ecoturismo: la filosofia del viaggio ecoresponsabile

Essere dei consumatori critici e consapevoli non significa soltanto stare attenti a quelli che si acquista al supermercato, ma anche vivere una vita che sia ecoresponsabile sotto tutti i punti di vista.
Sai, per esempio, cos’è l’ecoturismo? Vediamolo insieme in questo articolo e cerchiamo di capire quali sono le idee che lo hanno reso tanto famoso nel mondo.

Viaggiare green: la filosofia dell’ecoturismo

L’ecoturismo è un modo di viaggiare responsabile a livello ecologico ed antropologico. Questo significa che il turista che si reca in visita ad un Paese straniero, deve viaggiare nel rispetto dell’ambiente naturale del luogo e della cultura autoctona.

La tutela della natura e delle popolazioni che la abitano è un aspetto fondamentale della filosofia dell’ecoturismo, spesso associato all’idea di turismo sostenibile.

Il turismo dovrebbe, infatti, contribuire alla crescita economica del Paese visitato, sostenendo e sviluppando il benessere delle popolazioni locali senza intaccare gli aspetti naturali originari delle aree visitate.

L’ecoturismo si contrappone al cosiddetto “turismo predatorio”, una definizione volutamente negativa che racchiude in sé l’essenza di tutti quei viaggi che sfruttano il patrimonio naturale, culturale e sociale dei luoghi visitati, causandovi degrado, povertà, mutamento degli usi e dei costumi, e così via.

Regole (non scritte) alla base del turismo sostenibile

Essere turisti sostenibili ed ecoresponsabili non è difficile, ma bisogna essere informati e capaci di scegliere le località giuste, nonché i metodi di approccio migliori per conoscere davvero una nuova cultura o un nuovo Paese.

Nell’offrire viaggi green e sostenibili è importante che le popolazioni locali siano incluse nelle attività turistiche. Un altro passo fondamentale è che l’arrivo del turista non crei problematiche ambientali o culturali, e che ci sia compatibilità tra il turismo e la salute dell’ambiente, nonché della popolazione che lo abita.

Non sono grandi catene di Hotel o multinazionali del turismo a trarre guadagni dalle attività turistiche, ma le popolazioni locali: lo sviluppo economico deve riguardare gli abitanti delle località visitate, in modo da creare una microeconomia basata sul turismo senza modificare usi e costumi del luogo.

Altro aspetto fondamentale (spesso sottovalutato da chi acquista i pacchetti vacanze o da chi partecipa ai viaggi organizzati) è che la gestione delle risorse naturali deve essere razionale, cioè guidata da principi come il rispetto della natura e dell’ambiente, la tutela degli animali, la sostenibilità dell’attività turistica a livello ecologico ed antropologico.

Sei pronto a prenotare la tua prossima vacanza green?

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie