L’arte ricicla le vecchie musicassette

Le vecchie musicassette sono ormai degli oggetti vintage, considerati da molti giovani dei veri e propri “reperti archeologici”. Il loro fascino, però, è rimasto immutato nel tempo, tanto che un artista francese, Benoit Jammes, le ha usate come fonte di ispirazione per delle opere d’arte tutt’altro che convenzionali.

Ormai sostituite dai CD o dagli Mp3, le musicassette rappresentano per molti un’epoca lontana, dove la tecnologia non era ancora così pregnante nella vita quotidiana degli esseri umani.

L’artista francese Benoit Jammes ha pensato di dare nuova vita alle sue musicassette, da troppo tempo rimaste ad accumulare polvere sulle mensole di casa perché non c’era più un supporto in grado di poterle leggere. Il risultato è una serie di quadri coloratissimi, ispirati alle icone del cinema e della televisione, intitolata provocatoriamente [o-o]”.

Jammes ha lavorato sodo per risemantizzare l’audiocassetta, che in questo modo è diventata un mezzo di espressione artistica che prescinde (ma neanche troppo) dalla sua vecchia funzione di supporto fisico per registrare ed ascoltare musica. I nostalgici dell’audiocassetta e del walkman apprezzeranno di certo la revisione del tema operata da Jammes.

I quadri sono anche un ottimo esempio di arte ecologica, che applica l’idea del riciclo creativo degli oggetti che non si usano più.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie