Gatti ecosostenibili: consigli per animali domestici che non inquinano

Forse non ci avete mai pensato ma anche avere degli animali domestici in casa può contribuire a produrre inquinamento e rifiuti pericolosi per l’ambiente. Per la loro sicurezza e, di conseguenza, per la vostra e dell’ambiente circostante provate a seguire questi semplici consigli.

Oggi parleremo dei gatti, uno degli animali domestici più amati dagli Italiani e presenti in quasi tutte le case della nostra Penisola. Come si fa a far vivere i gatti domestici in maniera ecologica e sostenibile?

Innanzitutto impegnatevi nella diffusione della cultura dell’adozione degli animali domestici. I rifugi per animali randagi e i gattili, nonostante siano essenziali per garantire la sopravvivenza dei mici abbandonati, rappresentano un enorme dispendio di risorse. I gatti randagi sono un pericolo per l’ambiente, soprattutto se vivono in condizioni igieniche precarie: purtroppo la colpa non è dei mici, ma di chi li ha abbandonati al loro destino o di chi non se ne prende adeguata cura.

Un altro passo importante verso la salvaguardia della natura e dei gatti stessi è la sterilizzazione delle femmine, in modo da non contribuire all’accrescimento della popolazione felina randagia sia urbana che rurale.

Passiamo ora ai mici domestici, che ci fanno compagnia nelle nostre case e rendono le nostre giornate più allegre e piene di vita. Di solito cosa ve ne fate della lettiera per gatti sporca? Metterla nel secchio dell’immondizia non deve essere un gesto così scontato. Rifletteteci un attimo: perché gettare la lettiera nella spazzatura così come capita quando potete metterla all’interno di sacchetti biodegradabili? Inoltre sarebbe buona norma scegliere delle lettiere naturali, in modo da non produrre rifiuti pericolosi per l’ambiente circostante.

Per proteggere la salute del vostro amico a quattro zampe che vive in casa, poi, sarebbe meglio non usare detergenti chimici negli ambienti che il gatto frequenta. Per pulire delle macchie di urina, i residui di cibo o una ciotola sporca potete usare un detergente fai-da-te naturale e sicuro. Un esempio? Dell’aceto bianco diluito in acqua: questo è naturale, a prova di gatto e, soprattutto, efficace tanto quanto i costosi detergenti chimici che trovate al supermercato.

Un ultimo consiglio: piuttosto che acquistare dei giochi di plastica o realizzati con materiali pericolosi per la salute dei vostri mici, fabbricateli con le vostre mani con vecchi calzettoni, maglioni ormai logori, corde spezzate, rami e foglie, e chi più ne ha, più ne metta.

Lucia D’Addezio

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie