Guanti rotti o spaiati? Ecco come riutilizzarli in maniera creativa

L’inverno, lo sappiamo bene, lascia dietro di sé molte “vittime” nel guardaroba. I capi più a rischio nella stagione fredda sono i guanti, soprattutto quelli dei bambini, che vengono sottoposti ad un vero e proprio tour de force. Tra giochi sulle piste da sci, cadute sul ghiaccio e battaglie di palle di neve i guanti raramente sopravvivono all’inverno intatti. Nella maggior parte dei casi ci ritroviamo a doverne comprare sempre di nuovi, o perché si sono strappati, o perché sono ormai irrimediabilmente spaiati.

Ecco qualche idea creativa per riutilizzare i guanti rotti o spaiati senza doverli per forza buttare nella spazzatura.

Come riciclare i vecchi guanti

La prima idea per riciclare uno o più paia di guanti logori è quella di creare con la stoffa o la lana di cui sono composti dei simpatici peluches o pupazzetti imbottiti. Le forme ed i colori possono essere i più svariati, a seconda del materiale di partenza. I bambini andranno pazzi per dei giocattoli così particolari, che nessuno dei loro amichetti ha la fortuna di avere. Per realizzare dei pupazzi con i guanti vecchi dovrete solo disegnare il “progetto” sulla carta, ritagliare i vari pezzi, assemblarli ed imbottire il tutto con del cotone.

La seconda idea è un patch work realizzato con i vari pezzi dei guanti spaiati o rotti. Più colori ci sono nel patch work, meglio sarà: la riuscita di questo tipo di lavoretti è garantita dalla presenza di stoffe e tessuti colorati e diversi tra loro. Potete usare il nuovo tessuto ottenuto per creare con le vostre mani un bel cuscino per il divano oppure un paraspifferi per le porte e le finestre, utilissimo nei mesi invernali.

Un’altra creazione davvero simpatica che si può ottenere riciclando i vecchi guanti sono i vestitini per le Barbie o per le bambole. Se avete delle figlie che vanno pazze per le loro Barbie o per le Bratz, divertitevi a fabbricare con loro gonne, giacche, abitini e sciarpe in miniatura. Le bimbe possono scegliere cosa realizzare e voi potrete aiutarle con l’ago, il filo e le forbici.

L’ultima dritta è usare i vecchi guanti rotti o spaiati per creare un nuovo paio di guanti realizzato appaiando guanti diversi, magari tagliando le dita e ricucendone di nuove di colore differente. Un lavoretto simpatico e divertente, per le persone più creative, che amano vestire in maniera diversa e variopinta.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie