La legge dei piccoli passi

Basta mezz’ora di camminata ogni giorno per tutto il mese di gennaio per eliminare i segni degli stravizi di fine dicembre e inizio anno…

Quando si parla di dimagrire, ci si concentra solo sulle “entrate” e si presta poca attenzione alle “uscire”. Non basta introdurre meno calorie: un altro modo per perdere peso è quello di consumarne di più. L’ideale è una sana attività fisica meglio se all’aperto, anche se c’è un’attività fisiologica  alla portata di tutti, che noi tutti compiamo quotidianamente: camminare. Basta potenziare questa attività per bruciare un discreto surplus di calorie e limitare l’accumulo di peso. Ciò che vi suggeriamo ma non è certo la preparazione atletica per la maratona, si tratta di essere disponibili a modificare piccole abitudini quotidiane.

Passeggiare fa bene a linea e umore

Secondo uno studio americano, il traguardo dimagrante è rappresentato da 10.000 passi al giorno. C’è chi si è premurato anche di inventare uno strumento apposito per contare i passi: il contapassi, un aggeggio elettronico (pesa circa 50 grammi) che si applica alla cintura a conta quanti passi facciamo al giorno.

Come fare

L’ideale è camminare mezz’ora al giorno, a passo spedito ma senza forzarsi: deve essere una camminata tonica e piacevole che “risveglia” la circolazione, fa bene al sistema cardiocircolatorio e all’umore. Basta mezz’ora per bruciare le 100-150 calorie in più che come minimo assumiamo ogni giorno. Iniziate gradualmente: ad esempio rinunciate all’auto quando non è necessaria, parcheggiate più lontano oppure se usate i mezzi pubblici, scendete alla fermata prima della vostra o fate un giro più lungo. L’importante è che l’andare a piedi diventi un’abitudine, e che la esercitiate con costanza tutte le volte che potete. I risultati si faranno vedere.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie