Farina pericolosa per la salute? Il servizio shock delle Iene

La farina potrebbe essere pericolosa per la salute. E’ questo ciò che è stato messo in evidenza nella puntata del 3 febbraio de Le Iene, con un servizio destinato sicuramente a suscitare parecchio scalpore. Le polemiche, infatti, risultano naturali, dopo che Luigi Pelazza ha mostrato delle immagini e dei dati molto chiari sui silos, i quali, non essendo sanificati opportunamente, contengono delle sostanze che, nella farina e nel grano, potrebbero minacciare il nostro benessere. L’inviato de Le Iene ha spiegato come, per legge, i silos dei mulini dovrebbero essere soggetti ogni anno ad un’attenta pulizia.

Pelazza ha chiesto alle aziende tutta la documentazione necessaria per certificare la messa a punto di un’adeguata pulizia, ma non ha ottenuto nessun documento che potesse dimostrare le misure prese per tutelare la salute dei cittadini in riferimento a dei prodotti alimentari molto diffusi.

Proprio per questo la iena si è recata all’Asl, dove non ha trovato nessun certificato in grado di dimostrare l’avvenuta sanificazione dei mulini. Proprio all’Asl viene ammesso che, a questo proposito, non vengono effettuati molti controlli.

A questo punto, attraverso l’ausilio di qualche esame, si scopre che le farine nei silos contengono addirittura delle tossine cancerogene. In effetti, la pulizia svolge un ruolo molto importante, per evitare che si formino muffe e batteri.

La testimonianza degli operai

L’inviato delle Iene è andato a intervistare un operaio che lavora in una struttura in provincia di Parma. Si dice a chiare lettere che le sanificazioni “non sanno neanche dove esistono”.

L’operaio ha anche specificato che non si sono mai avuti controlli veri e propri. Poi Le Iene hanno anche fatto vedere cosa c’è all’interno del silos: sono risultate ben visibili le croste di farina alle pareti.

Sono stati presi anche dei campioni del materiale attaccato ai silos e sono stati fatti analizzare in laboratorio, per capire che cosa rischiamo ingerendo quelle croste: è risultata la presenza di micro-tossine fra le più cancerogene conosciute. Fra i sintomi in cui si potrebbe incorrere, anche il vomito e la diarrea.

Poi Le Iene si trasferiscono nel Sud Italia, per vedere se ci sono altre situazioni del genere. Ciò che è emerso è davvero sconvolgente, perché le condizioni igienico-sanitarie sono in molti casi disastrose.

In alcuni casi, si sono visti anche dei colombi sulle pareti dei silos. Gli uccelli trascorrono molto tempo lì e fanno anche i loro bisogni: gli escrementi potrebbero finire nelle farine che mangiamo.

Anche in questo caso veniva chiarito dagli stessi lavoratori che non ci sono controlli effettuati da parte delle Asl. Una grave minaccia per la salute pubblica, che non sembra essere presa molto in considerazione dai proprietari dei mulini, i quali, in otto casi su dieci, hanno preferito non mostrare nessuna documentazione, facendo insorgere il sospetto di non essere pienamente in regola.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie