Il 21 marzo 2013 giornata Mondiale sulla Sindrome di Down

Sarà una vera e propria festa volta a celebrare la vita e a stimolare un approccio corretto e rispettoso della disabilità in generale e della sindrome di Down in particolare, con semplicità e leggerezza – spiegano alla A.I.R. Down.

Nel comunicato A.I.R. Down si trova l’invito rivolto a tutti coloro che condividono questo sentimento di integrazione che, celebrando l’unicità di ciascun individuo, potranno dimostrarlo  con un gesto concreto, facendo una donazione che possa contribuire sostanzialmente alla realizzazione del progetto: “ANCH’IO AL LAVORO” affinché i ragazzi affetti con Sindrome di Down possano avere il più possibile autonoma e indipendente.

IL PROGETTO: “ANCH’IO AL LAVORO”

Condurre una vita autonoma e indipendente significa innanzitutto avere l’opportunità di lavorare.

Se opportunamente formati, i giovani con sindrome di Down sanno svolgere in modo autonomo e con efficacia le mansioni che vengono loro assegnate, risultando lavoratori competenti e responsabili e contribuendo attivamente alle aziende che li assumono.Da questa consapevolezza scaturisce il presente progetto che ha come obiettivo la preparazione di giovani con sindrome di Down a un effettivo inserimento lavorativo.

Si prevede una fase iniziale di individuazione di aziende e imprese sensibili all’impegno sociale, al cui interno verranno esaminate le mansioni da affidare al candidato che si riterrà più idoneo.

Successivamente, si precederà all’attivazione di un tirocinio formativo di almeno tre mesi, in cui il giovane lavoratore sarà affiancato da un tutor per il tempo che risulterà necessario.

Parallelamente sarà cura dell’Associazione sensibilizzare e informare correttamente i colleghi per attivare dinamiche relazionali serene e costruttive.

Tale iniziativa comporterà numerosi vantaggi, oltre che per i giovani con sindrome di Down, anche per le aziende che avranno l’opportunità di assumere giovani motivati a superare la propria disabilità con un’adeguata professionalità, di vivere esperienze umane significative e di avere un riconoscimento pubblico del proprio impegno sociale. Ne trarrà beneficio infine anche la società che potrà così ridurre le spese generalmente destinate all’assistenza, migliorare lo stile di vita di tutti i soggetti coinvolti e diffondere la cultura dell’impegno sociale.

Elenco delle attività commerciali aderenti all’iniziativa, che ospiteranno i ragazzi down per far svolgere loro un’attività lavorativa:

45°NORD – via Postiglione 1 Moncalieri

UCI Cinemas

Libreria Mondadori

Accessorize

45° strada

Befed

Centro Storico Moncalieri

Caffè Saturnio – piazza Vittorio Emanuele 10/C

Camomilla – via S.Martino, 7

Sisley – via S.Martino, 11

Libreria Arco Nuovo – via S.Martino, 18

Source e per maggiori informazione: A.I.R. Down – Associazione per l’Integrazione e la Riabilitazione delle persone Down – http://www.airdown.it/

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie