Papa Francesco,messa di inaugurazione.Siamo ‘custodi’ della Creazione

“Non lasciamo che segni di distruzione e di morte accompagnino il cammino di questo nostro mondo!”

“Vorrei chiedere, per favore, – è stato l’appello di Papa Francesco – a tutti coloro che occupano ruoli di responsabilità in ambito economico, politico o sociale, a tutti gli uomini e le donne di buona volontà: siamo ‘custodi’ della creazione, del disegno di Dio iscritto nella natura, custodi dell’altro, dell’ambiente; non lasciamo che segni di distruzione e di morte accompagnino il cammino di questo nostro mondo! Ma per ‘custodire’ – ha sottolineato Papa Jorge Mario Bergoglio – dobbiamo anche avere cura di noi stessi! Ricordiamo che l’odio, l’invidia, la superbia sporcano la vita! Custodire vuol dire allora vigilare sui nostri sentimenti, sul nostro cuore, perché è da lì che escono le intenzioni buone e cattive: quelle che costruiscono e quelle che distruggono! Non dobbiamo avere paura della bontà, anzi neanche della tenerezza!” che, come Papa Francesco ha precisato, non è “la virtù del debole, anzi, al contrario, denota fortezza d’animo e capacità di attenzione, di compassione, di vera apertura all’altro, di amore”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie