il Nobel dell’Ambiente vinto da un insegnante di Capannori

Il prestigioso premio ambientale Goldman, che viene anche chiamato «il Nobel dell’Ambiente», è stato vinto da Rossano Ercolini, un insegnante di scuola elementare di Capannori (Lucca).

La motivazione: ha avviato una campagna di sensibilizzazione pubblica sui pericoli degli inceneritori. E soprattutto per aver dato impulso in Italia al movimento «Rifiuti Zero», che mira ad avviare ovunque una gestione sostenibile dei rifiuti domestici eliminando il ricorso alle discariche e agli inceneritori. Proprio lo scorso 27 marzo è stata depositata in Corte di Cassazione la Legge d’iniziativa popolare sui Rifiuti zero, che mira a una riforma organica del sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti basato sulla raccolta differenziata «porta a porta».

Un premio di 150.000 euro (da spendere per supportare le attività) assegnato a sei persone che si sono contraddistinte per il loro impegno ambientale.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie