energia elettrica da radici delle piante e batteri della terra

Ricercatori dell’università di Wageningen,Paesi Bassi,sono stati capaci attraverso Celle a Combustibile microbico-vegetale (Plant-Microbial Fuel Cell)di generare elettricità attraverso l”interazione tra radici delle piante e batteri della terra.

Queste celle,sono capaci di produrre elettricità mentre la pianta continua a crescere, perchè le radici rilasciano nel terreno oltre il 70% del materiale organico prodotto dalla che viene degradato dai batteri in un processo che genera elettroni.

L’intuizione di porre degli elettrodi vicino ai batteri ha permesso ai ricercatori di ottenere energia elettrica ottenuta dalla differenza di potenziale. L’energia ricavata è di gran lunga superiore a quella ottenuta con la fermentazione delle biomasse ( da un minimo di 0,4 watt ad un massimo di 3,2 watt per mq di superficie di erba)

Plant-e, questo il nome del progetto, potrà essere impiegato in numerosi campi e i ricercatori, al lavoro dal 2007, ne studiano tutti i possibili utilizzi. Già in corso il test del prototipo del tetto ad energia verde, il prossimo anno si passerà ai test su terreni e campi.

Come conferma Marjolein Helder, Plant-e: “ Le possibilità sono molteplici. La nostra tecnologia produce elettricità, ma può anche fare da isolante o da collettore d’acqua. Ampliando il modello si può coltivare riso e produrre elettricità contemporaneamente, mettendo insieme cibo ed energia”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie