La zanzara tigre sta scaldando i motori,ecco come difenderci

Con il primo innalzamento di temperatura e umidità sarà pronta a invadere il nostro paese ilsuo nome è:Zanara Tigre. Una ricerca del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agroambientali dell’Università di Pisa ha analizzato le proprietà di tre specie vegetali contro questo tipo di insetto. Si tratta del coriandolo, della ruta d’Aleppo e della lamiacea Hyptis suaveolens.

Secondo lo studio condotto da Barbara Conti e dai suoi colleghi, gli oli essenziali provenienti da queste tre piante mostrerebbero una repellenza molto maggiore del DEET, la sostanza di sintesi finora utilizzata per proteggersi dalle punture della zanzara tigre. Gli oli essenziali sono stati estratti presso il Dipartimento di Farmacia dell’ateneo e testati nei laboratori di Entomologia agraria. I risultati sono stati pubblicati su Parasitology Research.

La dott.ssa Conti spiega: “fin dall’antichità, in molte zone del mondo, le piante odorose che rilasciano nell’aria sostanze sgradite agli insetti sono impiegate come repellenti e foglie di Hyptis suaveolens, dall’odore gradevole e lievemente pungente, sono sempre state utilizzate dagli agricoltori dei paesi centro-africani per proteggere dagli insetti i raccolti immagazzinati, mentre le piantine di Ruta chalepensis in mazzetti essiccati vengono tuttora appese alle finestre nei paesi del Maghreb per evitare l’ingresso delle zanzare”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie