Spiagge e fondali puliti, raccolte 25 ton. di rifiuti

Mozziconi,elettrodomestici, rifiuti di ogni genere per un totale di 25 tonnellate. Questo è quanto i volontari di Legambiente hanno rimosso in quest’ultimo week-end di maggio sulle spiagge e nei fondali marini.

Tra venerdi’ e oggi nel centinaio di localita’ balneari dove i volontari di Legambiente hanno potuto procedere alla raccolta, sono stati rimossi rifiuti di ogni genere. In primis mozziconi e filtri di sigarette, di gran lunga i piu’ numerosi, seguiti da bottiglie e sacchetti di plastica, catrame, recipienti metallici ed elettrodomestici di ogni tipo, a pezzi o interi. In molti comuni erano coinvolte anche le scuole locali e per Legambiente ”Spiagge pulite” e’ stata anche l’occasione per ”diffondere buone pratiche di sostenibilita’ ambientale attraverso incontri, punti informatici e giochi di gruppo per i piu’ piccoli”.

”Sono 24 anni che organizziamo ‘Spiagge e fondali puliti’ – ricorda la direttrice generale di Legambiente, Rossella Muroni – e continueremo a portarla avanti nella speranza che in un giorno non lontano non sia piu’ necessario andare a raccogliere spazzatura gettata in mezzo alla natura, sui litorali o direttamente in mare. La partecipazione a questa campagna, che peraltro ha ormai un respiro internazionale – rileva Muroni – e’ cresciuta con costanza, ma l’informazione e in coinvolgimento dei cittadini ancora non basta. L’ignoranza di chi abbandona i rifiuti va combattuta ancora, con forza, cosi’ come i comportamenti illegali”.

A seguito dell’iniziativa, che fa parte della campagna ”Clean up the Med”, Legambiente ha anche lanciato un concorso per scegliere la ”spiaggia piu’ bella d’Italia”, ”ora che sono pulite, o quasi”. Si puo’ votare attraverso i social network o sul sito dell’associazione e la vincitrice verra’ resa nota il 7 giugno a Roma durante la presentazione della Guida Blu 2013, realizzata insieme al Touring Club.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie