declino delle api,tragedia che non possiamo permetterci

Le Api stanno scomprendo,sostanze chimiche altamente nocive attaccano il loro sistema nervoso centrale attraverso il nettare e il polline delle piante trattate coi pesticidi. È una tragedia che non possiamo permetterci.

Perdono l’orientamento, non hanno più memoria olfattiva, crescono con malformazioni e MUOIONO

Pomodori, mele, fragole, mandorle e molte altre colture – circa l’84% delle 264 specie coltivate in Europa – sono il frutto dell’impollinazione di insetti come api, bombi e farfalle. Senza impollinatori anche il cibo che mangi scomparirebbe o costerebbe molto più caro per agricoltori e consumatori! È stato stimato che il servizio di impollinazione naturale vale ogni anno circa 265 miliardi di euro.

Oggi la moria delle api ha raggiunto un livello impressionante: negli ultimi inverni in alcuni Paesi europei è arrivata a colpire il 53% delle colonie.

I pesticidi più pericolosi sono sette. Si tratta di neonicotinoidi e altre sostanze di proprietà di colossi come Bayer, Syngenta, BASF e altre aziende chimiche. Se vogliamo salvare le api, il primo passo è chiedere e ottenere l’eliminazione di questi pesticidi killer. Prima che sia troppo tardi. Scrivi al Ministro dell’Agricoltura Nunzia De Girolamo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie