Sostenibilità come mediazione fra ecologia e sviluppo

Ecologia e sviluppo sono due concetti antitetici: l’una è tesa alla tutela dell’ambiente, quindi al mantenimento di uno status quo (se non di un percorso di recupero all’indietro) dei vari aspetti naturali che caratterizzano la vita sulla Terra, l’altro persegue lo scopo di migliorare la vita dell’uomo attraverso la crescita economica, la quale prevede di sfruttare ogni risorsa possibile per alimentare il ciclo produzione/consumo.

La via di mezzo fra il vagheggiamento di un “ritorno alla natura”, francamente impensabile dopo un percorso di progresso durato migliaia di anni, e uno sviluppo economico il cui termine coincide con l’esaurimento delle risorse del pianeta è la sostenibilità.

La sostenibilità è il criterio con il quale ogni azione umana sulla faccia della Terra dovrebbe essere valutata, in modo che l’utilizzo delle risorse sia contenuto in una misura tale da permetterne la rigenerazione.

Ecco perché sull’energia ricavabile dal Sole si sta puntando molto: essa è, infatti, l’energia rinnovabile per antonomasia. Un futuro non lontano vedrà il tetto di ogni abitazione ricoperto di pannelli solari, che non solo aiutano l’ambiente, ma consentono anche un buon risparmio economico (vedi qui tutte le info su installazione pannelli fotovoltaici).

Fortunatamente i vantaggi del fotovoltaico sono ben chiari alle amministrazioni pubbliche, che ne incentivano l’acquisto con contributi e detrazioni (vai al sito della Universal srl per maggiori informazioni), incoraggiando così i cittadini ad una scelta lungimirante.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie