energie rinnovabili,raggiunto l’obiettivo europeo 20-20-20

In netta crescita le installazioni d’ impianti fotovoltaici: dal 2010 l’Italia ha incrementato la capacità installata di circa 13 Gw, raggiungendo quasi 17 Gw complessivi.

Cosa prevedeva l’obiettivo europeo 20-20-20?

Riduzione delle emissioni gas serra del 20%,alzare del 20% la quota di energia prodotta da fonti rinnovabili,e portare al 20% il risparmio energetico entro il 2020.

Un risultato raggiunto con costi significativi per la collettività (oltre 10 miliardi di euro/anno sulla bolletta energetica dei consumatori), ma anche benefici ambientali (riduzione di 18 milioni di tonnellate di Co2), occupazionali ed economici (tra cui la riduzione di importazioni di combustibili fossili per 2,5 miliardi l’anno) e di sicurezza energetica.

Per quanto riguarda le agroenergie quello che ci si attende dal Piano energetico nazionale al 2020 è un contributo totale delle biomasse per 5,67 Mtep (di cui 5,25 dalle biomasse solide, 0,26 dal biogas e 0,15 dai bioliquidi), mentre elaborazioni più recenti (Enea-Coldiretti), parlano di un contributo energetico potenziale aggiuntivo dell’agricoltura al 2020 di 11,50 Mtep e un contributo percentuale delle agroenergie rispetto al bilancio energetico nazionale al 2020 complessivamente dell’8%, con emissioni di Co2 evitata di 26,37 Mt/anno e un impatto occupazionale di circa 100.000 unità.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie