Fuori le grandi navi dalla Laguna di Venezia

Il necessario divieto al transito delle grandi navi davanti a Piazza San Marco non può essere pagato al prezzo della definitiva devastazione della laguna.

Il Ministero dell’ Ambiente e delle Infrastrutture, ha promesso di trovare una soluzione finale entro ottobre sul passaggio delle grandi navi a Venezia ”facendo diventare realtà il decreto” Passera-Clini ”che fino a oggi era solo sulla carta”.In attesa della decisione finale, ”sono state assunte alcune misure di sicurezza a riduzione del rischio che credo siano anche il frutto dello stimolo che abbiamo saputo imporre alle autorità locali e che dovrà alla fine portare all’assunzione di una decisione” ha detto il ministro Orlando. Oggi, ha aggiunto, ”sono state messe sul tavolo diverse opzioni. Abbiamo definito un obiettivo temporale che è quello della fine di ottobre ed entro quella data saranno individuate le soluzioni alternative”.

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha assicurato che ”possiamo dare per acquisito” che le grandi navi in transito a Venezia ”usciranno dal canale della Giudecca e dal bacino di San Marco” e ”oggi sono stati proposti percorsi alternativi: la Regione Veneto sostiene l’utilizzo dell’attuale terminal Marittima e la possibilità di far transitare le navi attraverso un nuovo canale, Contorta Sant’Angelo, che va a recuperare l’alveo di un vecchio canale”.

”Si è andati avanti con un percorso che era stato disegnato in modo serio. Ci auguriamo che questo porti alla soluzione migliore nei tempi più rapidi possibili” ha commentato il sindaco di Venezia Orsoni aggiungendo che il ministro Orlando ha espresso l’intenzione, se non si dovesse arrivare a una decisione, di assumere ”un provvedimento il linea con il decreto Clini-Passera” sul divieto di transito delle grandi navi a Venezia.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie