Hamburger artificiale prodotto da cellule staminali

Londra, hamburger creato in laboratorio da cellule staminali prelevate dal muscolo di un bovino. Forte preoccupazione espressa da Eurobarometro nei confronti dell’applicazione di nuove tecnologie ai prodotti alimentari che hanno portato alla produzione di carne artificiale in laboratorio.

Il primo hamburger artificiale creato dal dottor Mark Post, direttore del dipartimento di fisiologia dell’Università di Maastricht, nei Paesi Bassi. La possibilità di degustare il prodotto ottenuto in laboratorio – riferisce la Coldiretti – non contribuisce certamente ad aumentare l’attrattività del piatto. La realtà è che nonostante il rincorrersi di notizie miracolistiche sugli effetti benefici delle nuove modificazioni genetiche effettuate su animali e vegetali in laboratorio (dal supersalmone ad accrescimento rapido al riso ipervitaminico fino al latte materno da mucche transgeniche) rimane elevato – sostiene la Coldiretti – il livello di scetticismo dei cittadini.

Per questo, come hanno dimostrato le esperienze del passato a partire dalla mucca pazza (Bse), le innovazioni in un settore come quello alimentare, particolarmente esposto ai rischi per la salute, devono percorrere – conclude la Coldiretti – la strada della naturalità e della sicurezza.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie