cani fiuta-zucchero,angeli custodi dei diabetici

Cani addestrati ad annusare gli zuccheri presenti nel sangue del padrone,la scoperta delle loro doti è uno studio britannico pubblicato su “Plos One”, coordinato da Nicola Rooney dell’università di Bristol.Gli angeli custodi a quattrozampe  sono in grado di avvertirlo quando i livelli glicemici stanno aumentando troppo e si avvicinano alla soglia di rischio, o al contrario stanno crollando troppo in basso con il pericolo di una crisi ipoglicemica.

Il progetto finanziato dagli esperti di training animale di The Company of Animals, i ricercatori hanno messo sotto esame 17 cani addestrati a ’sniffare’ la glicemia dei loro padroni. I quattrozampe sono stati promossi a pieni voti. Grazie alle loro performance, tutti e 17 i padroni hanno riportato benefici: meno richieste di soccorso alle ambulanze, meno svenimenti, e una maggiore indipendenza dei pazienti. Tutti i cani-sentinella sono riusciti ad avvertire i padroni prima che la glicemia salisse o scendesse troppo con un’accuratezza significativa, pur con una variabilità da un animale all’altro.

Secondo Rooney, poiché gli attuali sistemi di rilevazione elettronica utilizzati per svolgere lo stesso lavoro presentano «numerosi limiti», i cani fiuta-zucchero potranno offrire «miglioramenti significativi». La scienziata, citata sul “Telegraph”, aggiunge: «Alcuni dei padroni dicono che i loro cani reagivano anche prima che i livelli di zucchero fossero bassi, ma appena iniziavano a calare. È quindi possibile che questi animali siano anche più efficaci di quanto documentato nello studio». «L’ipotesi attuale – conclude – è che i cani riescano ad annusare le variazioni nella composizione chimica del sudore o del fiato dei loro padroni, ma ulteriori studi saranno necessari per comprendere meglio i meccanismi alla base di questa entusiasmante abilità».

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie