Fori Imperiali,dall’alba è scattato il blocco per auto e moto

Da l’alba di questa mattina nell’area archeologica più importante del mondo è scattato il divieto di transito per auto e moto private nel tratto che va da Largo Corrado Ricci al Colosseo. Autorizzati solo bus, taxi, ncc e veicoli d’emergenza.

Dalle 19, invece, via dei Fori Imperiali chiusa completamente al traffico e pedonalizzata per la “Notte dei Fori”, evento in cui, simbolicamente e con un taglio del nastro, il sindaco di Roma Ignazio Marino inaugurerà la “liberazione” del Colosseo dalla morsa delle auto. Via dei Fori riaprirà al traffico alle 19 di domani, nel tratto tra largo Corrado Ricci e l’Anfiteatro Flavio, solo per il trasporto pubblico, taxi e veicoli d’emergenza.

Dalle 21:30 si apriranno le porte dei siti archeologici per una serie di visite guidate di grandissima suggestione, accompagnati da guide ufficiali, ai Mercati di Traiano e Via Alessandrina (ad accesso libero) al Foro di Traiano, alla Torre delle Milizie, alla Casa dei Cavalieri di Rodi e alle Domus romane di Palazzo Valentini, al Foro Romano, Foro di Nerva e Foro di Cesare, dall’Arco di Tito all’Arco di Settimio Severo, tutte con prenotazione obbligatoria. Il progetto è in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo-Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma.

Marino:entro dicembre la pista ciclabile. «Oggi è l’inizio di un sogno. Una grande rivoluzione per la nostra città». Così il sindaco di Roma, Ignazio marino, arrivando in Campidoglio, commenta la pedonalizzazione dei Fori Imperiali. «Restituire alla storia una strada come questa è significativo – spiega il primo cittadino – mi sono ispirato alle idee di grandi intellettuali, urbanisti e sindaci del passato, come Cederna, Argan e Petroselli. Oggi quelle idee vedono un avvio». Il sindaco parla anche della pista ciclabile. «Togliere il traffico privato è un primo passo – dice – Entro dicembre avremo la pista ciclabile e poi mi auguro, con il completamento della linea C, la pedonalizzazione totale e la trasformazione di questa strada in una passeggiata nella storia». Ieri protesta di Salvaiciclisti che hanno incatenato la bici del sindaco chiedendo la ciclabile.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie