a scuola di turismo ambientale,straordinaria possibilità di sviluppo occupazionale

Legambiente e Parco Nazionale delle Cinque Terre lanciano la prima Scuola di Turismo Ambientale. “Paesaggio e bellezza dei contesti naturali sono i fattori di scelta della vacanza anche per il 58% degli italiani, e proprio l’Italia è la nazione più desiderata al mondo per le sue bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche e il turismo ambientale presenta coefficienti di crescita a due cifre contribuendo a spostare l’asse dal turismo di massa verso nuovi turismi di qualità”, si legge in una nota.

E proprio per rispondere a queste esigenze è nata ASTA, l’Alta Scuola di Turismo Ambientale di Legambiente e Parco Nazionale delle Cinque Terre, organizzata in collaborazione con Regione Liguria, Comuni di Vernazza, Riomaggiore, Monterosso, Vivilitalia, LegaCoop e il Master in Turismo e Territorio dell’Università Luiss Guido Carli di Roma, realizzata con il patrocinio di Federparchi e di AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) e il contributo di Albasole Greenpark.

“Il turismo rappresenta una straordinaria possibilità di sviluppo occupazionale e economico per il Paese – ha dichiarato il direttore generale di Legambiente Rossella Muroni -, con una potenzialità che può essere amplificata attraverso lo sviluppo degli obiettivi e delle competenze specifiche. Il turismo rappresenta la vetrina del territorio, per cui è necessario saper proporre al meglio le nostre bellezze e i nostri valori affinché ogni tipo di vacanza, che sia di puro relax, di divertimento o di scoperta, sia sempre all’insegna della qualità e della bellezza”.Asta

“Le Cinque Terre anche quest’anno hanno rappresentato una delle mete preferite dai turisti italiani, ma soprattutto stranieri. Questo ci gratifica e ci impegna ulteriormente ad intraprendere ogni attività di ricerca ritenuta necessaria perché i flussi turistici siano resi sostenibili con il complesso e delicato territorio – ha dichiarato il direttore del Parco Nazionale delle Cinque terre Patrizio Scarpellini – Il primo corso, rivolto a quanti vogliono perfezionare il proprio percorso formativo e le proprie competenze nel settore del management turistico ambientale, prenderà il via il 16 novembre 2013 e si concluderà il 23 novembre 2013.

Il corso, rivolto a funzionari di amministrazioni pubbliche ed enti parco, a manager di aziende private, esperti in pianificazione ambientale e del territorio, è tenuto da docenti e esperti tra i massimi specialisti sui temi del turismo ambientale, della governance, della tutela dei territori, della comunicazione e delle materie legate allo sviluppo sostenibile.

Tre posti sono destinati inoltre a giovani laureati in scienze economiche, turistiche e ambientali a un costo agevolato. Durante il percorso formativo i partecipanti entreranno in contatto con le migliori esperienze italiane nel campo turistico ed ambientale realizzate nei territori di eccellenza e raccontate dalla viva voce dei protagonisti. Il termine per le iscrizioni è martedì 5 novembre 2013. E’ previsto un numero massimo di 25 partecipanti.

Costi e modalità d’iscrizione su: www.vivilitalia.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie