Agropirateria,carabinieri antifrodi alla 77 Fiera del Levante

77ˆ edizione della Fiera del Levante dedicata al comparto agroalimentare.

I Nac, Nuclei Antifrodi Carabinieri il Reparto speciale dell’Arma, che opera in seno al ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali a tutela della corretta destinazione dei finanziamenti Ue e contro le frodi alimentari, sara’ presente il 21 e 22 settembre con un desk informativo presso lo stand espositivo del Comando provinciale carabinieri di Bari.

Obiettivo e’ sensibilizzare i cittadini, commercianti ed operatori del settore, sul tema dell'”agropirateria”, ovvero delle nuove forme di contraffazione dei prodotti alimentari perpetrate con condotte fraudolente e pratiche commerciali ingannevoli che tendono ad aggirare le norme sulla “etichettatura” e sulla “tracciabilita’” delle produzioni alimentari. Particolare attenzione sara’ dedicata anche per illustrare il fenomeno del “falso Made in Italy” alimentare per il quale gli studi di settore piu’ recenti hanno indicato un fatturato illegale di oltre 60 miliardi di euro sul mercato globale che sottraggono valore aggiunto e risorse occupazionali al comparto agroalimentare nazionale. La lotta alla contraffazione dei prodotti agroalimentari richiede percio’ un impegno comune di consumatori, associazioni e operatori del settore perche’ e’ interesse di tutti assicurare una costante sensibilita’ e vigilanza sulle regole della “etichettatura” e della “tracciabilita’” per garantire la qualita’ dei prodotti alimentari.logo-carabinieri

Alla Fiera del Levante i Nac illustreranno quindi alcune regole principali per difendersi dalla contraffazione richiamando il “Decalogo per il consumatore”, una guida informativa che puo’ orientare a maggiore consapevolezza nell’acquisto dei prodotti alimentari.

Nel desk informativo sara’ disponibile anche una nota informativa sull'”Uso sostenibile degli agrofarmaci”, per richiamare l’attenzione sull’uso degli agrofarmaci in agricoltura. E’ sempre piu’ necessario infatti informare gli addetti al comparto sui gravi rischi per la salute dell’uomo e per l’ambiente che possono derivare dal circuito illegale di agrofarmaci contraffatti e/o di dubbia provenienza riscontrato in recenti attivita’ dei Nac.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie