Demenza:scoperto potenziale rimedio naturale

 

La spermidina aiuta a combattere l’invecchiamento rallentando il processo stesso, e quindi aumentando la longevità nei lieviti, nei vermi, nelle mosche, nei topi e soprattutto nelle cellule sanguigne umane, proteggendole dai danni.

Un gruppo di scienziati austriaci ha scoperto un rimedio naturale che potrebbe giocare un ruolo importante in futuri trattamenti contro la demenza. La ricerca e’ frutto della collaborazione fra gli studiosi dell’Universita’ di Graz e della Libera Universita’ di Berlino.

I ricercatori hanno scoperto che una sostanza naturale, chiamata ‘spermidina’, stimola la rottura del materiale ‘di scarto’ delle cellule.Questo processo potrebbe avere importanti ripercussioni su, ad esempio, la qualita’ della memoria, un problema molto serio per chi soffre di demenza. La spermidina si trova in tutte le cellule del corpo, anche se la sua concentrazione diminuisce con l’eta’. Questa sostanza aiuta nella eliminazione di proteine difettose e altri componenti cellulari danneggiati. Gli scienziati hanno condotto test sul moscerino della frutta stabilendo che a maggiori quantita’ di spermidina somministrata corrispondevano migliori abilita’ menmoniche da parte dei moscerini piu’ anziani. I moscerini della frutta, come i topi, hanno processi di memoria simili a quelli degli umani.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie