droghe da stupro:è allarme,cancellano i ricordi

Ottantatré donne violentate in un anno, senza che potessero non solo opporre resistenza, ma addirittura accorgersi di quanto stava avvenendo. Inquietante il dato fornito dall’ultimo rapporto sulla diffusione delle cosiddette “Droghe dello stupro”, diffuso dal progetto “Violence and Date Rape Drugs”, un programma, con sede a Pavia, per la valutazione di violenze e raggiri sotto effetto di sostanze stupefacenti. Si tratta di droghe in grado di agire velocemente producendo un’amnesia “anterograda”, ovvero che cancella i ricordi. E sono almeno una cinquantina le sostanze in grado di stordire sino a far perdere la memoria, alcune delle quali, paradossalmente, recuperabili in farmacia. “Si parte dal banale alcol, ma ci sono anche i classici tranquillanti utilizzati per dormire, quelli che molti di noi tengono in casa”, spiega Sabina Strano Rossi, responsabile del progetto. “Alcune sostanze non hanno sapore, altre si ma che scompare facilmente in un cocktail alla frutta”. Secondo l’esperta, inoltre, “si e’ chiusa l’epoca in cui temevano la circolazione di queste sostanze solo di notte, in locali e discoteche. Oggi i casi si verificano ovunque e in qualsiasi circostanza, anche la più banale. In ufficio, nel condominio o al bar”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie