Papa Francesco,la fede ci aiuta a costruire una societa’ piu’ umana

Non essere “erranti”, ossia privi di un ideale di vita ma “pellegrini” per “dare un volto piu’ umano alla societa’”. Cosi’ Papa Francesco si rivolge ai partecipanti al pellegrinaggio dell’Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme in Udienza nell’aula Paolo VI. E ribadisce i tre messaggi di riflessione, gia’ pronunciati durante la sua prima omelia da Papa: “Camminare, costruire e confessare”. – “Voi state vivendo l’esperienza del pellegrinaggio, che e’ un grande simbolo della vita umana e cristiana. Ognuno di noi puo’ essere ‘errante’ o ‘pellegrino’.

Il tempo che viviamo – sottolinea Bergoglio – vede molte persone ‘erranti’, perche’ prive di un ideale di vita e spesso incapaci di dare senso alle vicende del mondo. Con il segno del pellegrinaggio, voi mostrate la volonta’ di non essere ‘erranti'”. “Il vostro cammino e’ nella storia, in un mondo in cui i confini si allargano sempre di piu’, cadono molte barriere e i nostri cammini sono legati in modo sempre piu’ stretto a quello degli altri”. E il Papa invita a essere “testimoni del senso profondo, della luce che porta la fede; sappiate conservare – continua – la grande ricchezza di valori, di sapienza del passato, ma vivendo intensamente il presente, impegnandovi nell’oggi, con lo sguardo verso il futuro, aprendo orizzonti di speranza con la vostra opera per dare un volto piu’ umano alla societa’”.

Credere “per offrire speranza e pace”, la “Terra di Gesu’ ne ha tanto bisogno”. La fede “non allontana dalle responsabilita’ che tutti siamo chiamati ad assumerci ma al contrario provoca e spinge a un concreto impegno in vista di una societa’ migliore”. “Il vostro camminare per costruire nasce – ha detto – dal confessare in modo sempre piu’ profondo la fede, cresce dal continuo impegno di alimentare la vostra vita spirituale, da una formazione permanente per una vita cristiana sempre piu’ autentica e coerente”. “Questo – ha sottolineato il Pontefice – e’ un punto importante per ciascuno di voi e per l’intero Ordine, perche’ ognuno sia aiutato ad approfondire la sua adesione a Cristo: la professione di fede e la testimonianza della carita’ sono strettamente connesse e sono i punti qualificanti e di forza della vostra azione. Un vincolo antico vi lega al Santo Sepolcro, memoria perenne di Cristo crocifisso che vi e’ stato deposto e di Cristo risorto che ha vinto la morte.

Gesu’ Cristo crocifisso e risorto sia realmente il centro della vostra esistenza e di ogni vostro progetto personale e associativo”. “Credere nella potenza redentrice della Croce e della Risurrezione, per offrire speranza e pace.

In modo particolare, la Terra di Gesu’ ne ha tanto bisogno! La fede non allontana dalle responsabilita’ che tutti siamo chiamati ad assumerci, ma al contrario provoca e spinge a un concreto impegno in vista di una societa’ migliore”. Bergoglio ha poi concluso: “Il Signore vi aiuti a essere sempre convinti e sinceri ambasciatori di pace e di amore tra i fratelli. Sara’ Lui a rendere sempre feconda la vostra opera. La Vergine di Nazareth vi assista nella vostra missione di guardare con amore i Luoghi dove Cristo e’ passato beneficando e risanando tutti coloro che erano sotto il potere del diavolo, perche’ Dio era con Lui. Vi accompagni anche la mia Benedizione, che imparto a voi e all’intero Ordine”.-

Papa Francesco si rivolge ai “piu’ bisognosi” della Terra Santa, a coloro i quali “stanno vivendo momenti di sofferenza, di tensione e di timore” e anche ai “fratelli cristiani che soffrono tanto”. Parlando ai partecipanti al pellegrinaggio dell’Ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, in Udienza nell’Aula Paolo VI si rivolge ai “fratelli e sorelle della Terra Santa, specialmente dei piu’ bisognosi, di coloro che stanno vivendo momenti di sofferenza, di tensione e di timore. A loro – dice – rivolgo con grande affetto un saluto e un abbraccio, assicurando la mia preghiera quotidiana”. Il Pontefice, riflettendo sui tre messaggi (camminare, costruire ed edificare) sottolinea come si debba “camminare per costruire la comunita’, soprattutto con l’amore”.

“L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme ha una storia quasi millenaria – continua – : il vostro e’ uno dei piu’ antichi Ordini assistenziali, caritativi tuttora attivi. Istituito per la custodia del Santo Sepolcro, ha goduto di una speciale attenzione da parte dei Vescovi di Roma.

Costruire con la carita’, con la compassione, con l’amore. E infatti il vostro pellegrinaggio ha anche una finalita’ caritativa, in favore dei fratelli e sorelle della Terra Santa, specialmente dei piu’ bisognosi, di coloro che stanno vivendo momenti di sofferenza, di tensione e di timore. E anche ai cristiani che soffrono tanto. A cristiani e non cristiani rivolgo con grande affetto un saluto e un abbraccio, assicurando la mia preghiera quotidiana”.

Papa Francesco ha ricordato stamani nella preghiera l’arcivescovo e nunzio apostolico indiano Peter Paul Prabhu, suo vicino di stanza nella Domus Sanctae Marthae, morto a 82 anni nella notte tra lunedi’ 9 e martedi’ 10 settembre. Lo ha rivelato il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato, durante le esequie che ha celebrato stamani nella chiesa di Santo Stefano degli Abissini, esprimendo “anche a nome del Papa le piu’ vive condoglianze ai familiari”. Erano presenti – riferisce l’Osservatore Romano – due sorelle, un fratello e due nipoti del compianto presule. Nell’omelia il porporato ha voluto rimarcare subito questa vicinanza anche fisica di monsignor Prabhu a Papa Francesco, ricordando appunto che alloggiava nella stessa residenza e “nello stesso piano, a poca distanza”.

Riferendosi poi alla lettura biblica sulla testimonianza di Giobbe, il cardinale ha rilevato quella “forte professione di fede” che ha “una eloquenza singolare” perche’ appartiene a un uomo giusto, provato dalla sofferenza. Anche monsignor Prabhu, ha detto il segretario di Stato, era “segnato dalla malattia” che sopportava con serenita’ e pazienza. Era “un uomo gentile, un uomo di preghiera”, ha poi proseguito il cardinale.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie