Settimana Vegetariana Mondiale da1al 7 ottobre

Secondo il Rapporto Eurispes 2013, il popolo ‘cruelty free’ in Italia è aumentato di due punti percentuali rispetto alla rilevazione dello scorso anno e riguarda il 6% della popolazione ( 3.720.000 persone), con il 4,9% che ha fatto una scelta vegetariana e l’1,1% che ha optato per la dieta vegana, quella che esclude ogni alimento di origine animale.

Sono soprattutto le donne a praticare questo stile di vita, in virtù di una più spiccata sensibilità verso gli animali (il 66,7% contro il 30,8% degli uomini), mentre gli uomini scelgono di essere vegetariani o vegani soprattutto per il benessere fisico e la salute (42,3% contro il 28,2% delle donne). I vegetariani escono così dall’ombra e diventano protagonisti, complice una nuova e più diffusa sensibilità per le tematiche ambientaliste.

Lo dimostra la comparsa sugli scaffali dei supermercati di prodotti prima relegati nei negozi specializzati: latte, panna e besciamelle di soia; hamburger, cotolette e ragu vegetali; tofu e seitan trionfano nei banchi frigo e nelle corsie della Gdo. E non solo. Nelle città italiane fanno la loro comparsa i fast food ‘veg’ che a differenza dei più tradizionali ristoranti, puntano ad una clientela più ampia e ‘low budget’: in soli 5 mesi, Universo Vegano (la catena di paninoteche ‘veg’ tutta italiana) ha aperto 10 punti vendita e ha ricevuto 600 richieste di franchising. E oggi porta nelle città di tutta Italia panini, piadine, kebab, polpettine, cotolette e crocchette tutti ‘veg’.images

Proprio Universo Vegano insieme con la Lav, la lega antivivisezione, realizzeranno il 2 ottobre il panino veg più grande del mondo, offrendo una degustazione gratuita del più delizioso panino “extra-extra-size” realizzato con ingredienti non di origine animale, a Roma in piazza del Paradiso (Campo de’ Fiori). Panino da record per festeggiare non solo la Settimana, ma anche la giornata internazionale della nonviolenza (2 ottobre) in onore del Mahatma Gandhi.

Neanche la celebre guida di Slow Food ‘Osterie d’Italia’, locali in cui tradizionalmente trionfano carni e taglieri di salumi, può più ignorare il fenomeno, tanto che quest’anno debuttano al suo interno i locali che propongono menù vegetariani, con l’Insalatiera come simbolo ufficiale nella leggenda. Agli oltre tre milioni di italiani ‘veg’, ma anche agli onnivori che vogliono avvicinarsi a questa tipo di alimentazione, sono dedicate le inziative della Settimana Vegetariana Mondiale che prevede un lungo elenco di appuntamenti a tema, incontri, conferenze, proiezioni e cene.

Nel giorno di San Francesco, il 4 ottobre, festa simultanea in tutta Italia con la Notte Vegan: per l’occasione, tutti sono invitati a cenare vegetariano, almeno per quel giorno. Ad organizzare la festa simultanea, Edizioni Sonda, insieme con 100 ristoratori di tutta Italia e 20 associazioni, e stima una partecipazione di almeno 10mila persone.

La Settimana Vegetariana internazionale chiede a tutti di partecipare: i singoli cittadini possono diventare protagonisti invitando amici e parenti a un pranzo vegetariano, chiedendo nei ristoranti menù ‘cruelty free’ e diffondendoil proprio stile di vita. Il sito ufficiale della Settimana Vegetariana, www.vegetarianweek.org.

 

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie