Maker faire a Roma, premiata cyclette interattiva

Una cyclette interattiva che consente di pedalare per le strade virtuali di Google Street View, interagendo con le pendenze delle mappe, modificando la resistenza applicata sulle ruote.

il progetto primo classificato a “Maker faire Rome”, la fiera dedicata agli artigiani digitali in corso a Roma. La giuria, composta da 3.500 lettori di Focus, ha selezionato la BelluzziGooble Bike, sviluppata da insegnanti e studenti dell’Istituto scolastico Belluzzi-Fioravanti di Bologna.

Il progetto classificato secondo e’ Meg (Micro-Experimental-Growing): completamente automatizzata, la serra in iniatura ideata dalla societa’ milanese Yradia permette di regolare e monitorare anche via internet ventilazione, temperatura, irrigazione, acidita’ del terreno e tempi di esposizione alla luce artificiale delle nostre piante.

Terza classificata e’ la Fixing Machine, ideata dal designer torinese Stefano Paradiso: si tratta di una stampante di “cerotti universali” che consente di progettare al computer una “medicazione” su misura per qualunque oggetto rotto si voglia riparare e lo realizza con una stampante 3D. Una volta pronto, basta immergere il cerotto di plastica in acqua calda e applicarlo sulla “ferita”

L’ esposizione delle invenzioni si terrà sabato e domenica, e ed è anticipata da un conferenza di apertura di oggi con Riccardo Luna, già direttore di Wired Italia, e alcune delle personalità di spicco del mondo della tecnologia come Raffaello D’ Andrea, co-fondatore della Kiva System, la compagnia di logistica e robotica di Amazon, Brian Krzanich, Ceo di Intel, e Dale Dougherty, direttore della rivista “Make” e ideatore della prima edizione della Maker Faire. E anche il piccolo scienziato Jack Andraka.

Sabato 5 ottobre sarà il giorno dedicato alle scuole e all’educazione: verranno infatti presentati nuovi progetti legati all’utilizzo di nuove tecnologie per rendere più semplice e divertente l’apprendimento. Nel pomeriggio, invece, spazio al “TechGarage”, un dibattito curato da Gianluca Dettori sui modelli di business legati alle startup e al mondo della fabbricazione digitale. Mentre sono ancora disponibili dei posti prenotabili gratuitamente online per il “TechGarage”, è stato sold out per la conferenza di apertura, che è comunque visibile in live streaming. Sempre online, sul sito della Maker Faire di Roma, è possibile acquistare i biglietti per l’esposizione di sabato e domenica al prezzo dimezzato di quattro euro.

Curata da Riccardo Luna, già fondatore di “Wired Italia” e direttore dei progetti “CheFuturo! Il lunario dell’ innovazione” e di “StartupItalia”, e da Massimo Banzi, co-fondatore del progetto Arduino, la prima edizione europea della “Maker Faire”, originariamente nata in California, è organizzata ed ideata da Asset Camera con il supporto di Tecnopolo. Gli obiettivi sono quelli di trasformare Roma nella capitale europea dell’ innovazione e del “fai da te” tecnologico, e di avvicinare le famiglie italiane al movimento dei “Makers”, un classe imprenditoriale fortemente creativa oramai consolidata soprattutto negli Stati Uniti e in Giappone.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie