Bici elettrica a energia solare: innovativa, ecosostenibile, con oltre 115 km di autonomia

La Wayel è l’azienda protagonista della delocalizzazione al contrario, nata nel 2007 e specializzata nella produzione di biciclette elettriche, fa parte del gruppo bolognese Termal. Crediamo sia il momento giusto – spiega il presidente della Termal Giorgio Giatti – ormai gli ingegneri cinesi costano come quelli italiani e anche tra gli operai i costi sono aumentati molto negli ultimi anni. Per quanto possibile inoltre preferiremo fornitori locali.

Le Biciclette saranno prodotte da “Five, fabbrica italiana di veicoli elettrici, l’edificio dispone di una superficie di 7.100 metri quadrati, è a prova di terremoto. La bicicletta elettrica a energia solare è in grado di coniugare efficienza energetica, mobilità ed energia pulita.

Sviluppata in collaborazione con Rinnova scrl, società di ricerca di proprietà dell’Università di Bologna, per il suo sviluppo ci sono voluti 3 anni di ricerca e test. Con Solingo si inaugura una nuova categoria di veicoli elettrici leggeri da usare in ambito urbano.

La velocità massima è di 35 km/h, in linea con le richieste delle associazioni che si occupano di mobilità sostenibile di estendere le zone 30, ovvero le aree in cui dovrebbe vigere un limite di velocità massima di 30 km/h.Un mezzo rivoluzionario ad alta tecnologia, in grado di assicurare un’autonomia fino a 115 km e un’alimentazione di riserva garantita da una batteria supplementare che si ricarica con l’energia solare.In salita la marcia sarà favorita dalla presenza di un doppio motore, mentre nei normali percorsi sarà possibile procedere anche solo con l’alimentazione solare. Non serve il bollo, può girare dappertutto, ci sono gli incentivi e consuma 0,50 centesimi per cento chilometri.

Per informazioni:wayel.it

 

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie