Norvegia, il persistere dell’oscurità crea disagi? ci pensa la scienza

Una cittadina della  Norvegia, Rjukan, condannata alle tenebre per sei mesi all’anno a causa anche della posizione geografica, ha  trovato la soluzione: uno specchio di 17 metri quadrati  installato su una montagna. Il paese si trova in una stretta vallata che impedisce ai raggi solari di illuminare le vie e le case. Oggi però, grazie ad un progetto rivoluzionario che comprende l’utilizzo di tre enormi specchi, anche Rjukan avrà il suo sole.

Situata a circa 160 chilometri a ovest di Oslo, Rjukan sorge in una valle ai piedi del Monte Gaustatoppen. Le montagne circostanti però schermano la luce diretta del sole per cinque-sei mesi l’anno: un lunghissimo e freddo inverno per i suoi abitanti. Secondo il progetto tre maxi specchi (eliostati) rettangolari per un totale di 500 metri quadri dirigeranno i raggi solari verso il paese e soprattutto verso la piazza centrale. Come dei girasoli, gli specchi ruoteranno nel corso della giornata.

Il prezzo del progetto si aggira intorno  ai 5 milioni di corone (622.000 euro), suddivisi tra la Norsk Hydro (la centrale elettrica pubblica), il comune e Koro, un ente artistico pubblico norvegese. Gli specchi sono già stati testati, e funzionano perfettamente, per la gioia di grandi e piccini che potranno riunirsi nella piazza della città per prendere un po’ di sole!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie