Sardegna colpita dal ciclone cleopatra,gravi conseguenze per l’sola

Il ciclone Cleopatra, è arrivato sulla Sardegna con conseguenze gravi per l’Isola, causando anche una vittima.Il corpo  di una donna è stato ritrovato nello scantinato della sua casa a Uras. Un allevatore di 51 anni è stato travolto e portato via da un torrente in piena tra Bitti e Onanì, in provincia di Nuoro sotto lo sguardo del figlio che si è subito salvato aggrappandosi ad un albero. Il padre dopo essere stato trascinato dalla furia dell’acqua per diversi metri, è riuscito poi a mettersi in salvo.

Paura a Galtellì, dove il fiume Cedrino ha esondato e un’ottantina di famiglie sono state evacuate. “La diga ha raggiunto quota 110 – ha scritto su Facebook il sindaco di Galtellì, Giovanni Santo Porcu – il fiume ha esondato in più punti nel versante paese. La strada Galtelli-Orosei invasa d’acqua. Nella parte bassa alcune case già allagate. Mi raccomando non mettevi in strada”.

CROLLO DI UN PONTE – Un ponte sulla strada statale Olbia-Tempio, in provincia di Sassari, è crollato a causa del maltempo in località Monte Pino. Le squadre dei vigili del fuoco hanno raggiunto la zona. Coinvolte due auto. Tre le persone rimaste ferite nel crollo: erano a bordo di due auto. Al momento non risulterebbero dispersi anche se le operazioni di soccorso sono ancora in corso.

PAURA IN TUTTA L’ISOLA – Super lavoro per vigili del fuoco (nel Medio Campidano sono state soccorse due persone intrappolate nelle loro auto invase dall’acqua e diversi animali sono stati portati in salvo), protezione civile, forestale, volontari e le diverse polizie municipali. calamosca_foto_di_luigi_corda_da_faceboo-450-250-381430

Le situazioni di maggiore emergenza si sono registrate nel triangolo SiliquaVillacidro e San Gavino. A Siliqua sono stati evacuati alcuni casolari di campagna. Chiuse al traffico la strada 293 di Giba, all’altezza della casa cantoniera “Acquacotta” e la statale 196 Villasor-Guspini . Al Comune di Villacidro si è costituita un’unità di crisi per rispondere all’emergenza. Nella cittadina del Medio Campidano la situazione più critica: nella zona industriale le strade sono diventate dei fiumi con acqua mista a fango, nelle campagne i piani terra di alcune abitazioni sono stati allagati. Sono state messe in salvo una decina di persone.

Massima allerta anche in Ogliastra. E’ stato vietato al traffico un tratto della 389 (nell’innesto con la Ss 129), la Nuoro-Lanusei.

Viabilità bloccata anche nel Nuorese, alle porte di Oliena. Un tratto della provinciale 22 è stato chiuso per allagamenti. Allagamenti anche sulla Diramazione centrale Dcn della statale 131 al bivio di Lula. Per il crollo di un ponte è chiusa a Orosei anche la Statale 129 fra il km 20 e 26. Piogge copiose anche nel Marghine e nella Baronia.

ALLERTA METEO – La Protezione civile aveva ieri diramato un’allerta meteo segnalando una situazione di elevata criticità per rischio idrogeologico in particolare per il Campidano, l’Iglesiente, la Gallura e i bacini del Tirso, Flumendosa, Flumineddu e Montevecchio Pischilappiu. Rischio moderato, invece, nel Logudoro.

LE PREVISIONI – Una piccola tregua per quanto riguarda le precipitazioni, si prevede per la giornata di domani. Lo scirocco che sta soffiando oggi, seppure intenso (fino a 100 km orari), manterrà mite il clima con temperature in rialzo. I mari saranno agitati. A metà settimana si avrà invece l’arrivo di aria più fredda che farà scendere sensibilmente i valori sia massimi che minimi. Tutto il resto della settimana sarà caratterizzato da molto vento ed estrema variabilità.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie