Barry Austin:storia di un obeso pentito

Per andare in tv ingrassa fino a 400 kg ma oggi si pente. Questo il cammino di Barry Austin, quarantaseienne inglese diventato famoso per il suo peso.

Per diventare così grasso Austin ha seguito una dieta ricca di cibo. A colazione sei salsicce, toast al burro e sei uova fritte. Pranzo e cena riso, il piatto tipico “fish and chips” e nove porzioni di pollo al curry. Sempre a portata di mano coca-cola e birra, rispettivamente da 12 e 23 litri. Per un totale di 29mila calorie al giorno. Gli sforzi hanno avuto i loro frutti, tanto che nel 2004 è diventato l’uomo più grasso d’Inghilterra. Trentasette anni, un titolo nel Guinness dei primati e 400 kg addosso. Ormai è una star a tutti gli effetti. Presente in varie trasmissioni televisive, protagonista di documentari e opinionista per dei giornali. Già dopo la morte della madre aveva sfogato il dolore nel cibo, ma dopo la popolarità ha iniziato ad abusarne.

Se la sua vita economica è soddisfacente, altrettanto triste è la sua salute. Barry Austin a fatica riesce ad alzarsi dal letto e camminare. I problemi si complicano quando ne risentono anche le sue vie respiratorie. Così decide di provare a dimagrire e, almeno per adesso, sembra che la missione stia andando bene. Con un peso di 286 kg ha perso in titoli e fama ma ha guadagnato in qualità della vita. Oggi -consapevole di averi rischiato la vita per il successo- dice ai più giovani di non imitarlo.

Matteo Melani

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie