Chicza,la gomma da masticare 100% naturale

Una gomma da masticare naturale, bio ed etica: parliamo di Chicza ovvero un chewing gum di provenienza messicana al 100% naturale visto che è ricavata dal medesimo albero utilizzato dai Maya per creare le loro gomme da masticare.

Molti infatti pensano che l’uso delle gomme da masticare sia una moda piuttosto recente introdotta con i film americani: si tratta invece di una tradizione vecchia di millenni che fonda le proprie origini proprio nella cultura Maya che dall’albero Manilkara chicle ricavano le “chicle” che regolarmente masticavano e da cui le moderne “cicche” o “congomme” o “chewing gums”.

Perché utilizzare questo prodotto al posto delle tradizionali gomme da masticare che troviamo normalmente in commercio?

Vediamo tre ragioni, per cominciare: è 100% biodegradabile, 100% biologica, 100% solidale.

Chicza si ottiene con un procedimento di riscaldamento e mescolamento di cere naturali e il chicle, la sostanza lattiginosa che si ricava dall’albero Manilkara. Il periodo di decomposizione di questo prodotto è di due mesi, sei settimane, contro i 5 anni circa di una gomma da masticare comune.

A questo aggiungasi che essendo prodotta unicamente con prodotti naturali, Chicza rientra tra i prodotti biologici e a dimostrazione di questo possiede la relativa certificazione BioAgricert. Non solo, rispetto alle gomme da masticare comuni è anche più dietetica non dovendosi impiegare zucchero per nascondere il sapore degli additivi chimici. Chicza infatti è composta, come dicevamo, da cere naturali e chicle – per un 40 % circa – e viene edulcorata con lo sciroppo d’agave bio il quale possiede meno zuccheri del miele.

Come terza ragione accennavamo al fatto che Chicza è equo solidale. Si tratta di un prodotto realizzato esclusivamente in modo artigianale da oltre 2.000 raccoglitori organizzati in 56 cooperative i quali grazie alla vendita di questo prodotto finito riescono a liberarsi dalla morsa delle multinazionali: infatti il guadagno che questi ottengono con Chicza è ben 6 volte superiore rispetto a quello della vendita del lattice di gomma e permette così di dare uno stipendio dignitoso alle oltre 10.000 persone che compongono le famiglie dei Chicleros, ovvero i raccoglitori degli alberi della gomma.

Chicza è quindi un prodotto privo di aspartame, che sappiamo non essere consigliato per le donne in gravidanza e derivato dal metanolo. E’ privo di butilidrossianisolo, comunemente impiegato come antiossidante nelle comuni gomme da masticare, ma che recenti studi dimostrano essere potenzialmente cancerogeno. In più non possiede coloranti, non si attacca alle superfici, non sporca, non contiene derivati del petrolio e non ha alcuna controindicazione conosciuta.

Non ci sono dunque valide ragioni per non passare a Chicza, abbandonando definitivamente quello che è il vecchio mondo delle gomme da masticare prodotte dall’industria chimica.

Questo articolo è un contributo di Saluteinerba.com

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie