Consumiamo troppo zucchero,attenzione al deterioramento della memoria

Ogni giorno ne assumiamo una quantità indefinita attraverso caffè, latte, tè,dolci,merendine e tantissimi insospettabili alimenti, dalle conserve di pomodoro e al ketchup, ai quali lo zucchero viene aggiunto per migliorarne il sapore o come conservante.

A lanciare l’allarme è uno studio australiano dell’Università del Nuovo Galles secondo cui l’eccesso di dolci può provocare una riduzione delle capacità cognitive del nostro cervello.

La ricerca, pubblicata su Brain, Behavior and Immunity, suona come un severo ammonimento soprattutto in questo periodo dell’anno, mentre ci apprestiamo a imbandire le tavole con i tanti dolci tipici del Natale.

I ricercatori hanno effettuato una sperimentazione sui topi ,somministrando loro acqua zuccherata in dosi elevate solo per alcuni giorni, mentre per il resto dell’anno erano abituati ad alimentarsi in maniera corretta ed equilibrata. Ciò non è bastato a difenderli dagli effetti nocivi del consumo di zucchero. I ratti mostravano grande difficoltà a mettere in atto quelle azioni che di solito riuscivano loro facilmente, ad esempio ritrovare degli oggetti spostati dagli scienziati.

Lo stato di confusione era associato a un aumento dell’infiammazione nell’area dell’ippocampo, preposta proprio alla conservazione della memoria spaziale.

Una delle autrici della ricerca, Margaret Morris, ha commentato: “la scoperta è importante perché pensiamo possa fare luce anche sul processo di declino cognitivo umano. Ci ha sorpreso la velocità con cui si è verificato il in rapporto al consumo di zuccheri. Abbiamo anche osservato che il danno permane anche quando i topi riprendono a mangiare in modo sano”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie