Lo zucchero sale sul banco degli imputati, crea dipendenza non facile da estirpare

Lo zucchero sale di nuovo sul banco degli imputati.Uno studio dell’Oregon Research Institute rivela la sua pericolosità avendo gli stessi meccanismi tipici dell’ alcool e tabacco creando una dipendenza non facile da estirpare.

I ricercatori, hanno condotto un esperimento su 100 ragazzi che prevedeve il consumo di frappè al cioccolato e un monitoraggio attraverso la risonanza magnetica funzionale per verificare il grado di attivazione dei circuiti del piacere.

Dalle analisi è emerso chiaramente che i frappè con i quantitativi superiori di zuccheri avevano maggiore capacità di attivare i centri del piacere nel cervello, con efficacia ben più elevata dei frappè definiti grassi, determinando una vera e propria dipendenza compulsiva. Abbiamo condotto numerose ricerche sulla prevenzione dell’obesità – ha sottolineato ai margini di una conferenza il professor Stice, docente di Scienze della Nutrizione presso l’ateneo statunitense – ed il concetto ormai chiarito da molti studi, non solo dal nostro, è che più mangi zucchero, più ne vuoi consumare. Per la capacità di attivare i centri cerebrali del piacere e di indurre alle abbuffate lo zucchero fa un lavoro di gran lunga migliore dei grassi.

Un’ altro studio condotto da Paul van der Velpen,del Servizio Sanitario di Amsterdam, spiega:lo zucchero è una vera e propria droga che dovrebbe essere strettamente limitata. Lo zucchero, sostiene l’esperto, dà una forte dipendenza da cui è difficile liberarsi quanto quella dal tabacco. La dieta funziona solo temporaneamente, una terapia contro le dipendenze è certamente migliore”, spieg van der Velpen. “I prodotti zuccherati dovrebbero venir etichettati come le sigarette. Lo zucchero crea dipendenza ed è un male per la salute” conclude lo scienziato.

E’ bene anche sapere che troppo zucchero ci fa perdere la nostra capacità di memorizzare e di fare calcoli.

Impoverisce il corpo di sali minerali (soprattutto calcio dei denti e dalle ossa),impegna e intossica il fegato,produce acidi grassi,perdita di memoria,sonnolenza.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie