Wwf:”Molte specie a rischio estinzione”

E’ allarme estinzione.A dirlo è il Wwf che nel primo rapporto sulla biodiversità analizza i cambiamenti del nostro pianeta.

Ogni giorno si scoprono circa 49 nuove specie fra animali e vegetali, ma a causa della mano umana questo processo potrebbe avere gravi conseguenze. I numeri parlano chiaro: popolazioni di vertebrati diminuite di un terzo negli ultimi quarant’anni, 21.286 specie a rischio estinzione su 71.576 considerate e un impatto dell’uomo sul pianeta pari a quasi il 50% di tutte le terre emerse. “Negli ultimi secoli l’estensione e la scala delle pressioni provocate dalla specie umana sulla biosfera non hanno precedenti”, dice Gianfranco Bologna, direttore scientifico del Wwf. Wwf_Molte_specie_a_rischio_estinzione

Fra gli animali che hanno subito di più il fenomeno dell’estinzione ci sono il rinoceronte di Giava, tigri, elefanti indiani e gorilla di montagna. “Il mondo -continua Bologna – ha perseguito modelli di sviluppo basati sulla crescita continua che hanno intaccato il capitale naturale del pianeta, senza il quale non può esistere né benessere né sviluppo per l’intera umanità”. In occasione della Conferenza Nazionale sulla Biodiversità (prossimo 11 e 12 dicembre) il Wwf presenterà 10 proposte in tema di ambiente. “Alle istituzioni-spiega Gianfranco Bologna- chiediamo di porre al centro dei sistemi politici ed economici  il capitale naturale e gli straordinari servizi che gli ecosistemi ci offrono”.” Ai cittadini-conclude- chiediamo di sostenere il nostro impegno quotidiano perché questo capitale naturale sia sempre al sicuro e vitale”.

Matteo Melani

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie