Energia solare, finalmente in funzione il progetto Ivanpah

Dopo lunghe attese (generate anche da alcuni problemi giuridici, e dalla necessità di risolvere extra giudizialmente diverse questioni legate all’impatto del progetto), l’Ivanpah Solar Electric Generating System è finalmente entrato in funzione, garantendo al maxi impianto situato negli Stati Uniti – al confine tra la California e il Nevada – il primato di centrale ad energia solare più grande del Pianeta.

Stando a quanto affermano i promotori del progetto (tra i finanziatori figura anche Google, come ricordava anche il sito di confronti SosTariffe.it), l’impianto sarebbe stato ultimato con l’apposizione di circa 300 mila specchi dall’altezza di 2,1 metri e dalla larghezza di 3 metri, controllati da un sistema operativo centrale che monitora ogni fase della “produzione” di energia pulita.

Scopo degli specchi è quello di indirizzare l’energia del sole verso una grande torre da 140 metri, dove l’imponente calore convogliato servirà a trasformare l’acqua in vapore e, di qui, ad alimentare le turbine che serviranno a generare energia elettrica.

Come intuibile, il varo del progetto ha assicurato l’attenzione di centinaia di stakeholders in tutto il mondo, e milioni di appassionati di investimenti eco-energetici. L’impianto è stato oggetto di lunghe attenzioni da parte delle istituzioni locali e di associazioni che ne contestavano l’eccessiva incisività sull’ambiente ma, alla fine, ha potuto vedere il concreto avvio delle proprie attività.

Un tassello nello sviluppo energetico degli Stati Uniti è così stato posto, in attesa che l’impianto possa essere presto superato da altri progetti ancor più sostanziosi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie